Charpentier: intrigo tra Frosinone, Genoa, Anderlecht e Brugges

Il club giallazzurro vuole riscattare l’attaccante ma il Genoa ha il controriscatto. Sullo sfondo però le offerte di 5 milioni delle due società dal Belgio. Una partita a scacchi dove il direttore Guido Angelozzi ha già fatto la prima mossa.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Un intrigo di calciomercato potrebbe tenere banco a Frosinone nelle prossime settimane. Protagonista Gabriel Charpentier, 22 anni, franco-congolese, autore di 10 reti in sole 21 presenze. Il centravanti, soprannominato il “Generale” per la sua esultanza col saluto militare, sarà riscattato dal Frosinone ma il Genoa (proprietario del cartellino) ha il controriscatto.

Sullo sfondo 2 offerte importanti dal Belgio: il Club Brugge e l’Anderlecht sono pronte a mettere sul piatto 5 milioni come rivelato dal sito specializzato footmercato.net. Insomma una triangolazione che alla fine chi più e chi meno potrebbe accontentare tutti.

La situazione

Gabriel Charpentier esulta col saluto militare

Lunedì in conferenza stampa Guido Angelozzi è stato molto deciso. “Abbiamo creduto nel ragazzo, ci abbiamo lavorato. Ha fatto 22 presenze e 10 gol, una media-gol pazzesca” ha detto il direttore dell’area tecnica frusinate. (Leggi qui Passato, presente, futuro e un po’ d’autocritica: così parlò Angelozzi).

Da quando è mancato abbiamo fatto fatica. E’ stato il giocatore più bravo che avevamo. Personalmente penso di riscattarlo. Dobbiamo curarlo bene, va seguito anche con una adeguata alimentazione perché lui non ha cultura specifica. Cosa farà il Genoa non lo so, se ce lo lascia sarò l’uomo più felice del mondo. Nel ragazzo crediamo noi come ci crede Grosso”. Parole che sono arrivate un po’ a sorpresa anche perché il presidente Maurizio Stirpe aveva manifestato dei dubbi sul riscatto di Gabriel. Le sue condizioni fisiche e i tanti infortuni non forniscono ampie garanzie. (Leggi qui Stirpe riparte da Grosso: “Obiettivi centrati, il brand piace all’estero”).

Cosa è cambiato allora? Bisognerà capire se il riscatto sarà strategico per provare a monetizzare col Genoa (se eserciterà il controriscatto) o appunto con una tra Anderlecht e Club Brugges. Tuttavia è pure possibile che il Frosinone voglia continuare a puntare su un giocatore che in Serie B può fare la differenza. A questo punto si aspettano le mosse del Genoa.

Forte ma sfortunato

Fabio Grosso catechizza Charpentier

Gabriel Charpentier è arrivato a Frosinone nell’estate scorsa reduce da un lungo periodo stop dovuto ad alcuni infortuni seri. Cresciuto nelle minori del Nantes, ha giocato nello Spartaks Yumala in Lettonia prima di approdare in Italia al Genoa. Poi esperienze all’Avellino, alla Reggina e all’Ascoli ma senza troppa fortuna a causa di una serie di problemi fisici.

A Frosinone ha avuto un impatto subito importante: gol del 2-2 a Buffon alla prima giornata contro il Parma. Anche in Ciociaria gli infortuni lo hanno perseguitato ma è riuscito a mettere in mostra le sue qualità. Attaccante tecnico, padrone dell’area di rigore ma capace anche di giocare di sponda ed in profondità. E poi gran colpo di testa e soprattutto fiuto per il gol.

I numeri d’altronde non mentono: 10 reti in 22 gare con una media di 1 marcaturs ogni 99’. Purtroppo la sua stagione è finita il 12 marzo per un infortunio muscolare serio. Con lui il Frosinone avrebbe avuto sicuramente più chances di conquistare i playoff.

Charpentier, uomo-mercato a gennaio

Guido Angelozzi

Già nella finestra invernale il bomber franco-congolese era stato oggetto del desiderio di diversi club. Malgrado in quel periodo fosse anche infortunato. Sempre l’Anderlecht aveva fatto un’offerta importante, ma anche lo stesso Club Brugge ed il Gent si erano interessati a lui. Idem il Vitesse in Olanda. Inoltre richieste erano arrivate dalla Francia (Lille, Nizza e Nantes).

Il Genoa nell’ultima settimana di mercato aveva provato a riportarlo alla base per poi cederlo ed incassare una buona plusvalenza. Ma il Frosinone e lo stesso giocatore avevano rifiutato la proposta. “Il Genoa voleva riprenderlo per 2 offerte che aveva ricevuto – aveva svelato in quei giorni AngelozziIo ho risposto: il ragazzo per me resta, la società ligure ci dava un ristoro. A quel punto ho aggiunto: fatemi parlare con lui. E Gabriel non ha avuto esitazioni: voglio restare perché al Frosinone sto bene. Per cui ho detto al Genoa: Charpentier sta con noi. Decisiva la sua scelta”.

E non è tutto: Charpentier è stato seguito anche dal Real Valladolid, club spagnolo di Seconda divisione (disputerà i playoff) di cui è proprietario Ronaldo. Proprio il “Fenomeno” sarebbe rimasto colpito dalle doti del centravanti giallazzurro.      

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright