Lo sciame d’api di Carlo e la mazza da golf di Peppino (Conte della Selvotta)

Foto: copyright Michele Di Lonardo

I telegrammi del Conte della Selvotta sulla politica Cassinate. La mozione di sfiducia contro il sindaco di Cassino. Le mire della Lega per conquistare la città. La tranquilla attesa dell'ex sindaco Petrarcone su un campo da golf.

Domenico Malatesta

Conte della Selvotta

Un ingente sciame di api invase il Foro di Cassino”. Anno CCVIII a.C., Tito Livio Libro XXVII.
Cassino, 2018 d.C. Uno sciame di api invade l’Aula consiliare.
Montecassino, 2018 d.C. Uno sciame di api invade l’Albaneta.

*

LO SCIAME D’API ALEGGIA SULLA TESTA DI CMD’A

E alla fine venne una mozione di sfiducia. È perciò un fine anno (o fine legislatura) in ansia per il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro (in breve CMD’A) per “colpa” di alleati infedeli e dei duri dell’opposizione.

Lo vogliono disarcionare dalla guida del comune di Cassino insieme a M.A. I due, forse, hanno tirato troppo la corda ed ora è guerra di numeri.

Per CMD’A è tutto una prima volta, come il dissesto e come altri provvedimenti. Se ne sono accorte anche le api che da secoli stazionano in piazza De Gasperi. Ed ora, a sciami sono pronte ad invadere la sala Di Biasio, con il busto bronzeo del primo sindaco della città scolpito da Antonio Di Zazzo, professore, preside e scultore, nonché padre dell’ex sindaco Tullio Di Zazzo.

Le api, per episodi simili, invasero il Foro di Cassino, come ricorda lo storico Tito Livio, più di duemila e duecento anni fa.

 

L’ORAZIONE DI SEBASTIANELLI: SFIDUCIA

Lo ha ricordato il consigliere Giuseppe Sebastianelli nella sua “orazione”, evocando l’arpinate Cicerone, durante l’illustrazione della mozione di sfiducia presentata insieme ai colleghi dell’opposizione consiliare di Pd e civici con alla finestra i leghisti.

Traduzione dalle parole di Seb: «Le api di Tito Livio dovrebbero pungere in testa il nostro non amato sindaco per raddrizzarlo sulla retta via».

Pungente, non solo in aula con i suoi sermoni anti-CMD’A, anche ieri Sebastianelli ha bollato CMD’A di «incapacità amministrativa e per non aver rispettato le promesse elettorali. Perciò si deve dimettere».

Per Sebastianelli le api dovrebbero pungere anche il presidente d’aula Dino Secondino «il quale interrompe sempre i miei discorsi».

 

Ma il Conte della Selvotta è in possesso di una notizia che farà arrabbiare Sebastianelli ancora di più.

Il presidente Dino Secondino sarebbe intenzionato a mettere all’ordine del giorno la mozione di sfiducia, prima di Natale o forse dopo, ma all’ultimo posto e prima tanti altri argomenti compreso il Bilancio. In modo da sfiancare la resistenza dell’opposizione e magari di discutere la sfiducia oltre mezzanotte tanto da far mancare il numero legale.

Obiettivo: far fallire l’operazione sfiducia di Pd e Lega.

 

L’IRA DELLA LEGA

Ed ora CMD’A è sulla graticola e la Lega punta, insieme agli alleati di guerra, a non far mangiare il panettone a Natale al sindaco. La Lega è arrabbiata con CMD’A E M.A.

Lo slogan leghista: tutti a casa e nuove elezioni che vinceremo.

 

L’IRA DI LEONE

Tutta colpa di chi rema, all’interno della maggioranza, contro il sindaco e contro di me. E’ l’ipotesi ragionata dell’assessore tuttofare Benedetto Leone il quale vanta 14 progetti realizzati nei Servizi Sociali in appena due anni e mezzo. Il sindaco, invece, si vanta di 12 progetti da realizzare da qui al 2021, gli stessi di due anni e mezzo fa.

E Leone: basta inseguire la Lega, andiamo avanti da soli e lavoriamo. Anzi lavorate.

 

IL GOLFISTA PETRARCONE ATTENDE LA CHIAMATA

I 7 del Pd, sotto la spinta dinamica del segretario Marino Fardelli, sono riusciti nell’intento di unificarsi per le firme alla sfiducia. Un obiettivo riuscito. E di avvicinare anche Massimiliano Mignanelli e Sabrina Grossi.

Sarà più difficile, invece, unificarsi per una sola candidatura a sindaco. Giuseppe Golini Petrarcone, due volte sindaco in epoche diverse, attende la chiamata.

Nel frattempo continua a collezionare trofei sui campi di golf in Italia e all’estero. Dal modesto campo del Golf club di Cassino, in via Solfegna, Petrarcone sta per partecipare ad un concorso golfistico internazionale. Auguri doppi dal Conte della Selvotta.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright