Forza Italia, Abbruzzese: «Non siamo commestibili da chicchessia»

Mario Abbruzzese spara a zero contro la Lega. Ma quali cannibali? Non hanno un sindaco. Quelli che se ne vanno? Sono delle Civiche e non di Forza Italia. Alleati? Noi siamo all'opposizione del governo Lega - M5S

di Mario ABBRUZZESE
v. Responsabile Nazionale
Enti Locali
Forza Italia

*

 

Gentilissimo Direttore,
ancora una volta approfitto dell’ospitalità del blog Alessioporcu.it per esprimere alcune considerazioni circa quanto da lei scritto sui rapporti tra Forza Italia e la Lega. (leggi qui La Lega cannibalizza Forza Italia. Anche in Ciociaria.)

Premetto, che a mio avviso non esiste nessuna forma di cannibalismo da parte del carroccio nei confronti del nostro Partito perché è sicuramente da separare l’ingresso all’interno di un Partito da parte di esponenti civici, come sta succedendo ora nella Lega, e la possibile trasmigrazione di esponenti di Forza Italia verso un altro movimento.

È chiaro che le elezioni del 4 marzo hanno delineato un quadro politico che ha premiato all’interno del centro destra la Lega affidandole di fatto la guida della coalizione.

 

FORZA ITALIA ALL’OPPOSIZIONE

A governo quasi formato Forza Italia ha assunto una posizione ben precisa. Per chi non l’avesse capito noi siamo all’opposizione. E lo siamo soprattutto dopo la possibile designazione dell’ennesimo presidente del consiglio “tecnico” non eletto dai cittadini.

Ma non potrebbe essere altrimenti: non potremmo far parte o dare la fiducia ad un governo con all’interno il Movimento 5 Stelle. Da loro ci separano anni luce, diversità insuperabili dal punto di vista sia ideologico che gestionale.

Non esiste, inoltre, un presunto cannibalismo da parte della Lega nemmeno a livello regionale. Il gruppo di Forza Italia è vivo, vegeto e soprattutto coeso. Perchè i confronti all’interno dei singoli contesti non devono essere sempre interpretati come segnali di divisione.

Ricordo a tutti che Forza Italia è stato il primo partito del centrodestra nella Regione Lazio per consensi. Lo dicono i dati delle ultime elezioni politiche e regionali.

 

NON SIAMO “COMMESTIBILI” DA CHICCHESSIA

Analizzando, poi, la situazione in Provincia di Frosinone è palese che il presunto cannibalismo leghista sia una vera e propria fantasia. La Lega non esprime un sindaco e tutti coloro che annunciano ipotetici passaggi sul “carroccio dei vincitori” sono esponenti che appartengono a liste civiche e non di certo ai restanti partiti del centrodestra.

Abbiamo dimostrato e i dati elettorali ci hanno dato sempre ragione, che Fi in provincia di Frosinone attraverso un modello organizzativo inclusivo e partecipativo ha saputo raccogliere i consensi come non è stato possibile in altri territori della nostra nazione.

Siamo un modello, fino  a prova contraria, non “commestibile” da chicchessia.

Ritengo, infine, che l’unità del centrodestra rappresenti un valore inestimabile per poter continuare ad espugnare comuni mal gestiti dal centrosinistra.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright