Toti sfida Zingaretti: in Regione per annunciare il Gruppo

Foto © Imagoeconomica, Sara Minelli

Giovanni Toti lancerà la sfida a Nicola Zingaretti direttamente dalla sede della Regione Lazio: la prossima settimana presenterà il Gruppo di Cambiamo, il primo in una regione d'Italia. La reazione di Forza Italia: convocs gli Stati Generali

Giovanni Toti sfida Nicola Zingaretti. E per lanciare il guanto sceglie la sede della Regione Lazio. In una sala del Consiglio nel palazzo della Pisana, la settimana prossima il fondatore di Cambiamo annuncia la costituzione del primo gruppo regionale del suo movimento politico, nato dalla scissione di Forza Italia.

Una scelta precisa. Il Lazio è la regione governata da Nicola Zingaretti, il segretario nazionale del Partito Democratico. Lì è nato il terreno sul quale si è sviluppato il dialogo che poi ha portato alla nascita del nuovo governo nazionale Pd – M5S.

Giovanni Toti sfiderà Nicola Zingaretti invitandolo a sottoporsi al giudizio degli elettori. Sostenendo che il Pd non ha vinto le elezioni né in Regione né in Parlamento.

Giovanni Toti © Imagoeconomica, Stefano Carofei

Il Lazio è uno dei pilastri della nuova formazione politica di Giovanni Toti. Al suo movimento Cambiamo hanno aderito il vice coordinatore nazionale Enti Locali di Forza Italia Mario Abbruzzese, il presidente della Commissione Cultura Pasquale Ciacciarelli, l’ex vice presidente del Consiglio regionale Adriano Palozzi. Con loro, nei giorni scorsi è uscito dal Gruppo di Forza Italia anche il capogruppo Antonello Aurigemma.

Il gruppo a Montecitorio

In mattinata Cambiamo ha presentato il suo gruppo parlamentare a Montecitorio. Ne fanno parte 5 deputati: Manuela Gagliardi, Stefano Benigni, Claudio Pedrazzini, Giorgio Silli e Alessandro Sorte.

«Si stanno formando – ha annunciato il governatore ligure – tanti gruppi regionali: nel Lazio è già nato, poi toccherà alla Liguria e alla Lombardia. Ma stiamo lavorando anche in Veneto, Sardegna… Vogliamo creare gruppi anche in tutti i comuni d’Italia“. Giovanni Toti lascia intendere che la prossima settimana ci saranno novità anche al Senato, con l’approdo di alcuni parlamentari a ‘Cambiamo’.

Giovanni Toti a Montecitorio per la presentazione del Gruppo

Toti ha lanciato un appello a militanti di base, amministratori locali, elettori, a tutti coloro «che si collocano nel centrodestra e sono rimasti delusi dai loro partiti di riferimento e per questo hanno disertato le urne. Questa è la casa di tutti, siamo alternativi al governo M5s-Pd e alleati degli amici della Lega con cui governiamo in tante Regioni».

I sondaggi gli attribuiscono un risicato 1 per cento, come ha sostenuto questa mattina Emg per Agorà su Rai 3. Toti non è preoccupato e dice: «Ancora non siamo nati come partito e siamo la forza politica più sondata… Agli amici sondaggisti dico di avere pazienza e lasciarsi lavorare per qualche settimana».

La risposta di Forza Italia

La risposta di Forza Italia è stata la convocazione degli Stati Generali del Partito. Appuntamento domani a Roma in Piazza San Lorenzo in Lucina. Sono stati convocati i coordinatori regionali ed i loro vice di tutta Italia.

La settimana scorsa il numero 2 di Forza Italia Antonio Tajani ha provveduto ad avviare la riorganizzazione sui territori. (leggi qui Forza Italia rimpiazza i fuoriusciti: Fazzone ad interim). Ora si parla di strategia. Il cambiamento invocato dalla base? «È la prima volta che partecipo agli Stati Generali, in 25 anni di militanza è la prima volta che vengo convocato al Partito a Roma, mi sembra che i segnali di cambiamento ci siano. vedremo quanto sono concreti» commenta il vice coordinatore del Lazio Gianluca Quadrini.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright