Mauro Vicano, la candidatura a sindaco passa per il Nobel per la pace

L’ex direttore generale della Asl deve appianare i contrasti tra Marini e Cristofari, recuperare Marzi e far stare nella stessa lista gente che a stento si saluta. Ma il centrosinistra vuole riprendersi il Comune capoluogo e potrà contare su un aiuto formidabile: Francesco De Angelis.

Mauro Vicano è da tempo immerso nella pre campagna elettorale più lunga delle storia politica di Frosinone. Dice apertamente di voler concorrere a sindaco, come candidato del centrosinistra ma appoggiato da una ampia coalizione civica. Intanto però dovrà fare delle operazioni senza la quale sarebbe pura follia soltanto presentarsi.

Michele Marini

La prima è quella di favorire una ricucitura tra l’ex sindaco Michele Marini e Fabrizio Cristofari, candidato sindaco del centrosinistra la volta scorsa. I due, al di là dei saluti di circostanza, hanno interrotto i rapporti da anni. Il sostegno di Cristofari a Domenico Marzi nel 2012 brucia moltissimo a Michele Marini. Ancora oggi. Ritiene che sia stato fondamentale per far saltare la sua rielezione a sindaco.

Quindi c’è proprio Domenico Marzi, da “recuperare” alla causa del centrosinistra. Mauro Vicano è convinto di riuscirci, magari con due o tre cene da Gigino Neglia in compagnia di Francesco De Angelis e Francesco Scalia. La prima è avvenuta proprio nei giorni scorsi. (Leggi qui Metti una sera a cena da Gigino: fini fini, spuntature e… sindaco da candidare).

La lista del Partito Democratico sarà la più complicata da fare, perché le gelosie e i veti incrociati sono numerosi. Ma se c’è uno che può provare a tenere tutti insieme, quello è Vicano. Non gli interessa che vadano d’accordo, ma che remino tutti dalla stessa parte: Angelo Pizzutelli e Norberto Venturi, Alessandra Sardellitti e Vincenzo Savo. E tutti gli altri.

Per il resto spazio alla società civile e a quelli che, senza Nicola Ottaviani candidato, dal centrodestra proveranno a guardare in direzione centrosinistra. Mauro Vicano ha già provato a sondare il terreno: con Claudio Caparrelli, con Danilo Magliocchetti, con Rossella Testa, con Carmine Tucci. Aspetterà di vedere cosa succederà nel centrodestra, ma intanto è già partito.

La cena da Gigino Neglia

Non cercherà accordi con l’ala sinistra dello schieramento, mentre per quanto riguarda i Cinque Stelle molto dipenderà da quelle che saranno le indicazioni di Francesco De Angelis, l’unico che potrebbe riuscire in un’operazione del genere. Dopo i due mandati di Domenico Marzi e quello di Michele Marini, il centrosinistra ha dovuto assistere ai dieci anni di regno di Nicola Ottaviani.

Adesso De Angelis ha detto che è arrivato il momento di riprendersi il Comune capoluogo. E il candidato è lui, Mauro Vicano.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright