Tutti gli uomini del presidente

A settembre, dal Grand Hotel Palazzo della Fonte, Antonio Tajani indicherà le future scelte di Forza Italia. Nicola Ottaviani si aspetta una svolta netta, altrimenti lascerà. La mediazione di Adriano Piacentini. Mario Abbruzzese, Pasquale Ciacciarelli e Danilo Magliocchetti resteranno comunque

La Ciociaria è strategica per Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo e vicepresidente di Forza Italia. Non soltanto perché, da sette anni a questa parte, a Fiuggi si svolge la tre giorni dal titolo L’Italia e l’Europa che vogliamo.

Lo è anche perché da queste parti Forza Italia e il Pdl negli ultimi decenni hanno ottenuto risultati enormi, con medie sempre superiori a quelle nazionali e regionali.

Lo è ancora di più quest’anno perché dalla vetrina del Grand Hotel Palazzo della Fonte si capirà cosa intende fare Forza Italia di Silvio Berlusconi. Con Antonio Tajani chiamato ad indicare una strada piuttosto che un’altra. 

 

Inoltre ci saranno le europee, alle quali naturalmente Tajani parteciperà. Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani sta aspettando di capire se ci sarà la rottura con la Lega e il riposizionamento su logiche centriste, moderate e civiche oppure no.

Nel primo caso resterà nella pattuglia “azzurra”, nel secondo no. Il coordinatore provinciale di Forza Italia Adriano Piacentini sta effettuando una gigantesca opera di mediazione all’interno del partito, sotto ogni punto di vista.

 

Il suo legame con Ottaviani è noto e i due andranno avanti insieme una volta che si capiranno gli scenari.

Discorso diverso per il vice responsabile nazionale degli enti locali di Forza Italia Mario Abbruzzese, per il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli e per il capogruppo provinciale e comunale a Frosinone Danilo Magliocchetti. In ogni caso loro non si muoveranno da Forza Italia.

Però il discorso sulle alleanze a questo punto diventa centrale, perché nell’attuale centrodestra gli spazi per gli “azzurri” appaiono ristrettissimi. Specialmente nel breve periodo. La Lega di Matteo Salvini continua a salire nei sondaggi e alle europee prevede di sfondare le linee. Fratelli d’Italia presidia l’ala destra dello schieramento. Antonio Tajani dovrà indicare il da farsi. Tenere tutti insieme è complicato.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright