I bastioni dell’Entella fermano l’assalto del Frosinone

Foto © Mario Salati

La più bella partita disputata dai giallazzurri in questo avvio di stagione ma Ariaudo & Co. trovano sulla loro strada una difesa ligure granitica a un Borra insuperabile. Traversa di Dionisi in avvio

Giovanni Lanzi
Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

FROSINONE-ENTELLA 0-0

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Salvi, Kastanos (48’ st Carraro), Maiello, Zampano (32’ st Beghetto); Rohden (32’ st Tabanelli); Dionisi (19’ st Ciano), Novakovich  (1’ st Parzyszek).

A disposizione: Iacobucci, Marcianò, Curado, Ardemagni, D’Elia, Tribuzzi, Vitale

Allenatore: Nesta.

VIRTUS ENTELLA (3-5-2): Borra; Pellizzer, Chiosa, Poli; Coppolaro, Brescianini (13’  Toscano), Paolucci, Koutsoupias, Costa (14’ st  Pavic); Brunori (22’ st Mancosu), Petrovic.

A disposizione: Balducci, Albertazzi; Cleur, De Santis, Bonini, De Luca, Cardoselli, De Col, Meazzi.

Allenatore: Tedino.

Arbitro: Signor Ivano Pezzuto della sezione di Lecce; assistenti sigg. Alessandro Cipressa della sezione di Lecce e Luigi Lanotte della sezione di Barletta; IV Uomo signor Matteo Marchetti di Ostia Lido (Roma).

Note: partita a porte chiuse; angoli: 12-0 per il Frosinone; ammoniti: 22’ pt Capuano, 33’ pt Coppolaro, 29’ st Mancosu, 35’ st Brighenti, 35’ st Toscano; recuperi: 0’ pt; 4’ st.

Frosinone-Virtus Entella Foto © Mario Salati

Dominio assoluto, una serie infinita di occasioni mescolate alle parate di Borra ed all’imprecisione sotto rete degli avanti giallazzurri: il Frosinone pareggia 0-0 una partita giocata benissimo contro una squadra, quella ligure di Tedino, che ha pensato solo a difendersi e lo ha fatto nel modo migliore affidandosi ad una difesa granitica e ad un Borra eccellente.

LA BATTAGLIA TATTICA

Il 3-4-1-2 di Nesta presenta qualche novità – per la precisione sei avvicendamenti – rispetto al 1’ della gara con l’Ascoli. Davanti a Bardi torna nella posizione di centrosinistra Capuano, assente da una gara ufficiale dallo scorso torneo ad Empoli, il 10 luglio. Con lui Ariaudo e Brighenti vanno a completare il reparto. In mezzo al campo, con Maiello regista in coppia con Kastanos e l’ingresso di Rohden da trequartista. Quindi l’innesto di Zampano sull’out di sinistra, con Salvi – match-winner di sabato scorso – sulla corsia destra. In attacco la coppia della ripresa contro i marchigiani, vale a dire NovakovichDionisi.

Tedino rivoluziona tatticamente l’Entella che passa teoricamente al 3-5-2 anche se lo schieramento a tutti gli effetti è un 5-3-2. Davanti al portiere Borra ci sono Chiosa al centro, con Pellizzer e Poli bracci corti. Cursori due difensori di ruolo come Coppolaro sull’out mancino e Costa a destra. Recuperato il regista Paolucci, mezz’ala destra Brescianini scuola Milan e Koutsoupias mezz’ala sinistra. In attacco Brunori Sandri ex Pescara e Arezzo in coppia con Petrovic.

TRAVERSA DI DIONISI E POI SOLO FROSINONE
Frosinone-Entella, Ciano in azione

E’ il Frosinone che detta lo spartito nelle fase iniziale della gara con un lungo fraseggio nella zona centrale del campo.

Al 3’ subito occasionissima da gol: break di Zampano sulla trequarti, il cipriota affonda fino al limite e poi cede palla per Dionisi che di prima intenzione colpisce la traversa piena a Borra battuto.

Ancora Frosinone 1’ con Novakovich che mette dentro un ottimo pallone, Dionisi in leggero ritardo per il tap-in a botta sicura. Sempre Novakovich devastante sulla destra, tiro rimpallato da una selva di gambe dei difensori dell’Entella, arriva sulla seconda palla Rohden che alza la mira. Come la alza all’8’ dalla parte opposta Zampano da posizione non impossibile.

E’ un avvio interessante quello del Frosinone, in netta controtendenza con le ultime uscite ufficiali tra campionato e Coppa Italia. Qualche difficoltà da parte dell’Entella di uscire con la palla, break di Kastanos su Coppolaro ma il pallone del centrocampista canarino per Dionisi non è letto nella maniera dovuta dall’attaccante e l’azione sfuma. Borra impegnato al 14’, azione di prima sull’asse Brighenti-Rohden, staffilata dello svedese che il portiere dei liguri va ad abbrancare in tuffo.

Zampano a destra è un valore aggiunto, al 15’ dribbla Coppolaro ma sul pallone ad uscire c’è solo il cross morbido di Kastanos che Dionisi non arriva a toccare di testa a due passi da Borra. Ci sono idee nella squadra di Nesta, la manovra è anche abbastanza fluida anche se manca ancora la stoccata decisiva e il cinismo nell’area di rigore.

La formazione di Tedino si affaccia nell’area giallazzurra per la prima volta al 21’, ma per Bardi non ci sono problemi a bloccare il cross di Brescianini. Intanto arriva il primo giallo della partita, al 22’, e lo rimedia Capuano che si fa prendere spazio e tempo dal greco Koutsoupias e deve atterrarlo. Uno schema su punizione per i giallazzurri, Dionisi per il no-look di Maiello e semirovesciata di Brighenti fuori di un paio di metri alla sinistra di Borra.

IL FROSINONE NON TROVA LA STOCCATA
Frosinone-Virtus Entella. Uno degli interventi di Brighenti Foto © Mario Salati

Alla mezz’ora un gran pallone di Dionisi per l’inserimento con i tempi giusti di Kastanos che perde una frazione di secondo e poi si fa deviare in angolo da Chiosa. Quindi è Dionisi ad impegnare Borra con un tiro cross che il portiere deve spedire in angolo. E sul cross di Dionisi è ancora Chiosa che, nel tentativo di anticipare Novakovich a due passi dalla porta, costringe Borra alla deviazione di piede.

Fioccano angoli per la squadra di Nesta che si tiene stretto lo spartito della gara tra le mani ma non trova ancora il gol per sbloccare il match. Da un fallo di Coppolaro su Novakovich e conseguente ammonizione ne esce un cross di Maiello che manda in rotta di collisione Borra con un compagno di squadra, cure dei sanitari e tutti in campo. Al 36’ bella manovra tra Dionisi e Salvi, poi Kastanos dal limite manda alle stelle da posizione interessante.

Tra il 38’ e il 39’ il tiro alto di Maiello dopo un dialogo imperniato su Dionisi, quindi una percussione centrale di Kastanos che sbaglia l’ultimo passaggio.

Si chiude a reti bianche un primo tempo nel quale il Frosinone ha speso molto sotto il profilo dell’energie a fronte di un’Entella abbastanza abbottonata.

DIONISI PERDE L’ATTIMO, BORRA SALVA SU BRIGHENTI, ROHDEN OCCASIONISSIMA
Frosinone-Virtus Entella Foto © Mario Salati

Subito un cambio nel Frosinone, Parzyszek al posto di Novakovich. E subito il Frosinone ad un passo dal gol: Zampano temporeggia e lavora un ottimo pallone a sinistra, cross e Rohden in controtempo tira abbastanza sbilanciato col corpo tra le braccia di Borra.

Entra subito nel vivo della lotta l’attaccante polacco Parzyszek ma l’Entella di questo avvio di ripresa appare meno legato e più intreprendente. Il canovaccio della squadra giallazzurra si snoda bene per trequarti del campo ma i problemi nascono e muoiono al limite dell’area dei liguri. L’occasione più nitida della gara arriva all’8’ sui piedi di Dionisi che scatta sotto la tribuna est prendendo ma al momento del tiro davanti a Borra viene rimpallato in angolo da Pellizzer in recupero.

Frosinone leggermente lungo al 9’, Koutsoupias sbatte sull’anticipo di Brighenti. Che 2’ dopo trova le mani di Borra a salvare la porta. Il Frosinone fa collezione di angoli ma dalla bandierina non è granchè preciso e così la testa di Parzyszek non riesce a svettare. Tedino nel frattempo manda in campo Toscano e Pavic per Brescianini e Costa tra il 13’ e il 14’.

DIAVOLI SOTTO ASSEDIO
Frosinone-Virtus Entella Foto © Mario Salati

Il Frosinone stringe nell’assedio l’Entella ma il muro dei Diavoli tiene.  Un problema alla spalla per Dionisi al 19’ consiglia a Nesta il cambio, al suo posto dentro Ciano. Tedino cambia qualcosa in avanti: fuori Brunori Sandro, dentro Mancosu al 22’.

E al 23’ il Frosinone fallisce un’altra occasionissima: sponda di Parzyszek per Ciano che affonda sull’out di destra e poi serve un pallone d’oro per Rohden che da meno di 7 metri si fa rimpallare da Poli in angolo un tiro destinato in rete.

E’ un assalto del Frosinone adesso, l’Entella lascia giocare fino al limite della propria area di rigore poi alza il muro e qualcosa ci mette anche la squadra di Nesta. Una punizione provocata da Mancosu manda al tiro Ciano, Borra devia in angolo.

Nesta ne cambia due insieme al 32’: Beghetto al posto di Zampano e Tabanelli per Rohden. E arriva il giallo per Brighenti a centrocampo e subito dopo per Toscano. Non rischia niente il Frosinone ma nemmeno riesce a mettere a frutto la grande mole di gioco spalmata sui due tempi per quella che è la più bella partita dei giallazzurri della stagione.  E quando la sfortuna è nera, ci si mette la mano di Borra sul colpo di testa di Tabanelli da angolo di Ciano.

Nei 4’ di recupero entra Carraro per un esausto Kastanos ma il bunker dell’Entella non cade, un ottimo Frosinone lascia sul campo 2 punti che sarebbero stati meritatissimi. (Leggi qui le pagelle)