Maurizio Stirpe e Fabio Grosso tra i protagonisti di “Primati e Delizie”

Lunedi a Gaeta il presidente del Frosinone riceverà il “Premio Imprenditore dello Sport” per il suo impegno quasi ventennale nel mondo del calcio. Il tecnico giallazzurro, campione del mondo nel 2006, sarà l’attesissimo ospite d’onore della manifestazione giunta alla sua tredicesima edizione. Dieci in tutto i riconoscimenti che saranno assegnati ad altrettante eccellenze dello sport regionale

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Definirlo solo un mecenate sarebbe riduttivo. Maurizio Stirpe da quasi 20 anni investe nello sport con progetti mirati e concreti. Uno su tutti lo stadio “Benito Stirpe”, un vero e proprio “gioiellino” che ospita anche le partite degli Azzurri (il 12 ottobre ed il 16 novembre di scena le Nazionali under 20 e 21). Il presidente del Frosinone ha raggiunto grandi traguardi  (promozioni in Serie B ed A) senza dimenticare la missione sociale dello sport: “Noi dobbiamo provare a restituire al territorio ciò che abbiamo ricevuto promuovendo la cultura del riscatto”, ha sottolineato più volte il patron giallazzurro.

E così il prestigioso “Premio Imprenditore dello Sport” sembra cucito su misura per Maurizio Stirpe. Il riconoscimento gli verrà assegnato lunedì a Gaeta all’hotel Serapo nell’ambito della XIII edizione di “Primati e delizie – Festa dello Sport a Gaeta”, organizzata da sportgaetano.it in collaborazione con il Comune e il Coni Lazio. Stirpe per l’occasione verrà accompagnato dal tecnico canarino Fabio Grosso, ospite d’onore di una rassegna che punta ad esaltare le eccellenze dello sport laziale.

LA MANIFESTAZIONE

Un momento dell’edizione 2017 (Foto: Sportgaetano)

Primati e delizie 2021” si terrà lunedì a partire dalle 18.30 all’hotel Serapo. La serata di gala, presentata dal giornalista Davide Mancini, torna dopo lo stop dovuto alla pandemia. La kermesse sarà riservata solo ad 80 ospiti tutti muniti di green pass e con il rispetto delle norme anti-covid.

Per la prima volta il numero dei premiati è stato ridotto a 10. Gli organizzatori infatti hanno voluto così alzare l’asticella del merito. “L’evento si ripropone per riconoscere e celebrare le eccellenze dello sport regionale – si legge in una nota dei promotori – Con la situazione pandemica sotto controllo, il comitato organizzatore (formato da Luigi Ridolfi, Giuseppe Rinaldi, Maurizio Rata, Simone Vaudo e Antonio Pio Marzullo) ritorna in campo con rinnovato entusiasmo. Vogliamo riprendere in mano il filo di un discorso bruscamente interrotto, un momento atteso che, per le motivazioni intrinseche, dovrebbe far sorridere tutti. Più di ogni altro a buon titolo i destinatari dei riconoscimenti. Decisamente in numero inferiore rispetto all’ultima edizione ma, per il valore sportivo acquisito, tutti dall’alto peso specifico”.

Maurizio Stirpe sarà premiato in una delle sezioni più importanti della rassegna. Che vuole mettere in luce l’impegno degli imprenditori nel mondo dello sport. Il presidente giallazzurro succede nell’albo d’oro a Lucio Benacquista, presidente del Latina Basket da oltre un decennio. Nel 2018 invece era stato premiato Davide Papa, presidente del Gruppo Eco Liri. L’imprenditore cassinate è uno dei sostenitori della manifestazione e sarà tra gli ospiti della serata di lunedì. “Un sentito ringraziamento per il prezioso contributo a Davide Papa, da sempre molto vicino all’evento e più in generale alla città di Gaeta”, dicono gli organizzatori. 

UNA KERMESSE MONDIALE

Fabio Grosso Foto: Mario Salati / Alessioporcu.it

Attesissimo Fabio Grosso, ospite d’onore della manifestazione. Il tecnico del Frosinone, campione del mondo del 2006, porterà la sua testimonianza di ex grande atleta ed oggi di tecnico emergente alla guida della squadra giallazzurra.

La presenza di Grosso è stata presentata con grande risalto dal comitato organizzatore. Sul sito sportgaetano.it sono stati pubblicati i video dei suoi gol ai Mondiali (la rete in semifinale ed il rigore decisivo in finale) e le foto dell’esultanza dopo la prodezza contro la Germania. “Un grande onore poter ospitare un campione che, oltre a scrivere una brillantissima carriera da professionista, ha scritto una pagina indelebile dell’Italia sportiva”, affermano i promotori.

Grosso ancora una volta conferma la sua disponibilità verso iniziative che esulano dal campo. Quest’estate l’allenatore abruzzese ad esempio è stato tra gli ospiti del “Festival dello Sport” di Veroli. Una nota di merito quindi perché altri campioni spesso si lasciano desiderare snobbando il pubblico che invece vorrebbe maggiore empatia. (Leggi qui Grosso: “Frosinone a fari spenti ma con tanta voglia di stupire”).

GLI ALTRI PREMIATI

Venier e Lodo

Sul palco dell’hotel Serapo sfileranno personaggi di spicco dello sport come  Matteo Lodo, canottiere terracinese delle Fiamme Gialle. Ha bissato il risultato delle Olimpiadi di Rio centrando la medaglia di bronzo a Tokyo nel “quattro senza”. L’atleta azzurro riceverà il premio “Top Lazio”.

La “Stella Biancorossa”, riservata allo sport gaetano, andrà a Stefano Bruno (uno dei preparatori atletici di Antonio Conte). Inoltre al Circolo Tennis Gaeta di patron Antonio Spicciariello.

Il “Premio Orgoglio Pontino” invece è stato assegnato al Latina Calcio, neo promossa in Serie C. Veronica Vettorel, guardalinee internazionale di Latina, si è aggiudicata il “Premio Arbitri 2021”. Il “Premio alla Carriera” invece a Enzo Di Capua, già comandante del IV Nucleo delle Fiamme Gialle di Gaeta, ed il  “Premio Oltre le barriere” a Oxana Corso, elemento di spicco della rappresentativa paralimpica di atletica leggera a Tokyo.  

Chiudono l’elenco dei riconoscimenti i premi alla memoria di “Gianni Grasso”, autorevole firma del giornalismo sportivo gaetano e “Francesco Anellino”, ex portiere e preparatore di Formia, Cassino e Frosinone nonché collaboratore di Antonio Conte. Il “Grasso” è appannaggio di Alberto Rimedio, telecronista della Nazionale campione d’Europa. Mentre per la prima volta dalla sua istituzione il “Premio Anellino” andrà ad un preparatore dei portieri nato a Gaeta ed oggi al vertice nel calcio italiano: Massimo Lotti del Venezia neopromosso in Serie A.

Infine Raffaele Scudieri (oggi tecnico del Cynthia) e Matteo Zonfrilli (centrocampista Insieme Formia) sono rispettivamente l’ “Allenatore Top” ed il “Calciatore Top” del campionato di Serie D.    

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright