Alessia Savo

Elezioni provinciali da resa dei conti. Più d’un Congresso

Le accelerazioni nazionali stanno cambiando il quadro politico. Impossibile per i Partiti organizzare delle assemblee, ma si respira la voglia di “conte” all’ultimo voto. Anche in provincia di Frosinone tutti i Partiti cercano assetti ed equilibri. Pd: Pompeo prova l’assalto a De Angelis. Lega: derby Ottaviani-Ciacciarelli. Forza Italia: tra Fazzone e Tajani guai a chi perde. Fratelli d’Italia: Foglietta sogna lo sgambetto a Ruspandini.

2 Condivisioni

L’eterna ora dei furbetti. Ma anche dei cialtroni

Furbetti e cialtroni. Impegnati in un costante tentativo di passare davanti agli altri. La vicenda dei vaccini somministrati a chi non ne aveva diritto ne è la conferma. Mentre la politica finge di muoversi: ma batte i piedi ed è ferma sempre nello stesso posto

2 Condivisioni

Se arriva Barelli, Fazzone ed i suoi sbatteranno la porta

I prossimi giorni saranno quelli della resa dei conti finale in Forza Italia. Non c’è soltanto la questione della provincia di Frosinone ma anche quella degli assetti regionali. Con la Lega che corteggia da tempo il senatore di Fondi. E adesso al timone nel Lazio c’è un certo Claudio Durigon.

2 Condivisioni

C’eravamo tanto odiati. E ora ci odiamo anche di più

I pessimi rapporti tra gli ex di Forza Italia condizionano le alleanze nel centrodestra. Tra Nicola Ottaviani, Antonello Iannarilli, Pasquale Ciacciarelli e Mario Abbruzzese resta impossibile trovare un’intesa. Il “rancore” pesa tantissimo anche se ora sono chi nella Lega e chi in Fratelli d’Italia.

2 Condivisioni

Da Forte a Guglielmi: la Lega continua a perdere pezzi

In questi anni in Ciociaria dal Carroccio sono andati via in troppi: Alessia Savo e Carmelo Palombo per esempio. Ma anche Giuseppe Patrizi e Domenico Fagiolo. Ora si profila il dualismo tra Nicola Ottaviani e Pasquale Ciacciarelli, sempre conflittuali dai tempi di Forza Italia. Le gatte da pelare di Durigon.

2 Condivisioni

Così Tajani vuole riprendersi Forza Italia

A livello nazionale l’attacco a leader della Lega Matteo Salvini, sul piano locale la volontà di rimettere la sua impronta sul partito. Il vicepresidente “azzurro” cambia pelle e tira fuori la grinta.

2 Condivisioni

L’incomunicabilità che indebolisce i Partiti

Nessuno parla con nessuno, né al proprio interno né in una logica di alleanze. Anzi, proliferano le “guerre” dappertutto: Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Pd. E alla fine nei Comuni la linea la dettano le liste civiche.

2 Condivisioni

Non ci sono spazi nell’area tra Lega e Fratelli d’Italia

In provincia di Frosinone gli assetti della coalizione sono cambiati, ma né il Carroccio né il Partito di Giorgia Meloni possono garantire candidature parlamentari o regionali a chi aderisce. E’ questo il motivo per il quale nessuno ha seguito Anselmo Rotondo nel braccio di ferro con i vertici di Forza Italia.

2 Condivisioni