Claudio Fazzone

Regionali, la teoria del caos

Dalla teoria del caos al caos non teorico su un territorio nel quale tra poco sarà il momento di fare i nomi per le candidature. In realtà come Latina, Aprilia e Terracina

Regionali, a passi larghi verso le coalizioni

In Lombardia via all’alleanza Pd – M5S. Nel Lazio Pop conferma l’appoggio a D’Amato. Europa Verde chiede un confronto. Coordinamento 2050 incontra Conte. Forza Italia lancia la Campagna elettorale e sollecita un candidato. Trancassini assicura che sarà il migliore

Provincia, il campo largo per Sacco mette fuori gioco Di Stefano

Accordi trasversali per la presidenza della Provincia vedono insieme Fratelli d’Italia, Forza Italia e l’area Pensare Democratico del Pd lavorare sul nome di Giuseppe Sacco, il sindaco di Roccasecca. Un accordo che nasce dalla spaccatura del centrodestra sul nome di Riccardo Mastrangeli e dalla spaccatura del Pd sul sindaco di Sora Luca Di Stefano che rischia di rimanere fuori dalla partita. Resta invece centrale la figura dell’uscente Antonio Pompeo che dialoga sia con Ottaviani che con Di Stefano

Fazzone resta con Forza Italia. E rivendica il Lazio

Le voci di un’imminente passaggio con i renziani di Italia Viva. Respinte con forza da Claudio Fazzone. “C’è chi gioca sporco, sapendo che non mi presto a queste cose”. I messaggi al Partito. E quelli al centrodestra. Chiedendo la candidatura alla Regione Lazio per Forza Italia

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright