Claudio Fazzone

Tajani carica gli “azzurri”: “Nostro contributo fondamentale”

Il coordinatore nazionale ha riunito i vertici di Forza Italia lanciando la volata: “Abbiamo messo in campo la nostra classe dirigente migliore e nel centrodestra saremo decisivi”. La scossa dopo la lettera con la quale Silvio Berlusconi ha rifiutato la perizia psichiatrica. E in Ciociaria riflettori su Alatri e Sora.

La bandiera sul campanile. Ora Frosinone “pesa”

La Asl di Frosinone si è trasformata nei mesi della pandemia. E ora è un ‘caso scuola’ per la Bocconi. Fazzone manda un segnale chiaro sulla sfida per le Comunali di Frosinone. Dalle quali dipenderà molto del futuro. Intanto il M5S diserta le Comunali: spariti del tutto

La politica dello struzzo del centrodestra provinciale

Esattamente come successe dopo l’affondamento della candidatura alla presidenza della Provincia di Tommaso Ciccone, dopo il fallimento di Sora la coalizione cercherà di non chiarire e di non riunirsi. Lasciando irrisolti i nodi da sciogliere. Ecco perché.

Si fa presto a dire centrodestra unito

Sulla carta la coalizione è compatta sia ad Alatri che a Sora. Ma in realtà si respira un’aria da resa dei conti, con Fratelli d’Italia che vuole fare il pieno di voti per poi battere più forte i pugni sul tavolo. La difficile partita della Lega e la voglia di sganciamento di Forza Italia.

La leadership azzoppata di Tajani e le manovre di Fazzone

In Forza Italia inizia la stagione delle prese di distanza. Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini sconfessano la linea di Berlusconi sull’accordo con la Lega, Elio Vito continua a “martellare” le strategie di Tajani. E intanto nel Lazio Claudio Fazzone ha condotto il partito esattamente dove voleva lui

Licenza di tradire, il girone dantesco di Sora

Il centro di gravità della politica provinciale è a Sora, dove non solo è successo di tutto ma dove accadrà molto di più. Ottaviani impone la linea nella Lega, Fazzone sfila Forza Italia, Ruspandini (FdI) prepara la vendetta. Il Pd si prepara a sostenere Di Stefano, Pompeo sarà libero di appoggiare Eugenia Tersigni. Ma attenzione agli uomini forti apparentemente sconfitti.

La Caporetto annunciata di un centrodestra indifendibile

Quanto successo a Sora dimostra che nessun partito considera prioritaria la coalizione e quindi le alleanze. La Lega non trova mai il bandolo della matassa, Fratelli d’Italia non riesce a convincere i compagni di viaggio, Forza Italia si smarca, Coraggio Italia ribalta il tavolo. Adesso ci sarà una soluzione last minute che però non potrà cancellare il disastro

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright