Stefano Parisi

Lazio, tra Lollobrigida e Durigon spunta la Colosimo

Con l’elezione di Mario Draghi al Quirinale si metterebbe in moto un effetto domino che porterebbe alle elezioni anticipate in Parlamento ma pure alla Regione. Il centrodestra stavolta non può ridursi all’ultimo istante utile. Volata finale tra i big di Fratelli d’Italia e Lega. Ma attenzione a Chiara Colosimo.

Zingaretti-Meloni: sfida Capitale. E pure doppia

I nomi che circolano per l’ente della Pisana sono di assoluto prestigio: Sassoli, Rampelli, Gasparri, Durigon. Ma prima c’è la sfida per il sindaco di Roma: Pd e Fratelli d’Italia danno le carte nelle rispettive coalizioni. E se le daranno bene uno tra Nicola Zingaretti e Giorgia Meloni potrà ambire a Palazzo Chigi nel 2023. Ecco perché.

La grande guerra tra Lega e Fratelli d’Italia nel Lazio

L’attacco di Giancarlo Righini ad Angelo Tripodi sul caso Ciacciarelli-Parisi-Cartaginese ha scatenato la voglia di “vendetta” del Carroccio: “Ma FdI vuole giocare? Loro alla Provincia di Frosinone sostengono un presidente del Pd come Pompeo”. Nel capoluogo Nicola Ottaviani non sopporta più le manovre del partito della Meloni.

Ciacciarelli bis: salva Zingaretti e la seduta

Il Consiglio Regione approva i debiti fuori Bilancio. Ma lo fa grazie ai consiglieri Ciacciarelli, Cartaginese e Parisi rimasti in Aula. Hanno mantenuto in piedi la seduta. Il precedente della Scozia. E quello del Bilancio. Ciacciarelli “Tutta colpa della piattaforma: non funziona”

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright