Carlo Maria risponde a Leone: ignorandolo

L'ex sindaco D'Alessandro 'risponde' all'appello del suo vice per un centrodestra unito. Lo snobba e si affida ad Evangelista per colpire le nuove norme sulle strisce blu. Ipotesi di conta sulle Regionali. Le ambizioni di Picano. Il piano di Salera

Alberto Simone

Il quarto potere logora chi lo ha dato per morto

Mentre Benedetto Leone attende le risposte al suo appello “X un’altra Cassino” lanciato al centrodestra lo scorso weekend dal Teatro Manzoni, il Centrodestra si organizza in vista del prossimo Consiglio comunale. E l’ex sindaco di Forza Italia Carlo Maria D’Alessandro risponde al suo ex braccio destro attraverso il consigliere Franco Evangelista. Cosa significa? (Leggi qui L’Altra Cassino di Benedetto Leone).

Questa mattina si è riunita la Conferenza dei Capigruppo: ha fissato l’assise per il 30 maggio. All’Ordine del Giorno è stata inserita una serie di interrogazioni e mozioni che portano le firme dell’ex capogruppo della Lega; ma che hanno chiaramente le impronte dell’ex sindaco. In modo particolare la mozione sulla “penalina“. (Leggi qui: Sono Carlo Maria e non vi libererete di me).

Le impronte sulla penalina e non solo

Cosa significa? Nel bando per l’affidamento dei parcheggi a pagamento emanato negli anni in cui era sindaco Carlo Maria D’Alessandro era prevista un’agevolazione: l’integrazione della sosta nel corso della giornata per evitare la multa. Cioè se hai pagato il parcheggio ma se rimasto più del dovuto hai ventiquattrore per pagare la differenza, con l’aggiunta di una piccola penale. Adesso, tale agevolazione, è stata eliminata. C’è direttamente la contravvenzione.

Nella mozione che sarà discussa in assise, Evangelista evidenzia che “con l’abolizione della penalina per la Publiparking ci sarà un introito minore a causa dei mancati proventi derivanti dall’interazione tariffaria. Ciò comporterà nei prossimi sei anni di concessione una ricaduta nettamente negativa sul fatturato globale. Che a sua volta influenzerà la parte variabile spettante al Comune di Cassino“.

Le impronte di Carlo Maria D’Alessandro sono fin troppo evidenti. E se la parte squisitamente tecnica della mozione è rivolta al sindaco Enzo Salera e alla sua maggioranza, quella politica chiama in causa il Centrodestra.

L’agibilità di Carlo Maria

Carlo Maria D’Alessandro Foto: Stefano Carofei © Imagoeconomica

L’ex primo cittadino mostra di avere una certa agibilità politica, anche senza sedere in assise. Lo fa per il tramite di Franco Evangelista, escludendo in maniera netta Benedetto Leone e gli altri consiglieri di Centrodestra. Lasciando intendere due cose. La prima: lui, dell’appello lanciato del suo ex assessore, non sa che farsene. La seconda: che chi pensa che nel 2024 Carlo Maria farà da spettatore, si sbaglia di grosso. L’ex sindaco si giocherà la sua partita, e in parte lo sta già facendo, iniziando a marcare il terreno con mozioni come quella presentata oggi.

Chi ci sarà con Carlo Maria? Presto, troppo presto, per disegnare scenari da qui al 2024. Quello che invece appare più probabile è con chi sarà Carlo Maria nel 2023, quando ci saranno le Elezioni Regionali. Al momento resta alla finestra, anche perché di candidature ufficiali non ce ne sono.

Le ambizioni di Picano

Gabriele Picano

Chi ha detto chiaramente di aspirare ad una candidatura è il vicecoordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Gabriele Picano. Secondo molti rumors, avrebbe riannodato i fili del dialogo con Franco Evangelista. I due sono stati visti più volte insieme negli ultimi giorni e con loro erano presenti anche altri ex amministratori di Cassino. E Carlo Maria D’Alessandro non sarebbe affatto all’oscuro di questi incontri.

Il gruppo dell’ex sindaco potrebbe decidere di contarsi alle prossime Regionali, scegliendo una coppia di candidati e puntando lì i propri voti. Potrebbe essere Picano. Per rallentarlo stanno piazzando sul suo percorso Riccardo Roscia: l’ex sindaco di Pontecorvo ha ricevuto la garanzia di una sua candidatura in quota Rampelli; sulla spalla di Picano ha posato la mano il coordinatore regionale Paolo Trancassini.

L’intervento di Salera

Enzo Salera

Il sindaco Enzo Salera dal canto suo si prepara al Consiglio di lunedì prossimo con un’importante novità. Nel corso dell’assise saranno approvate le tariffe della Tari. Ebbene: mentre tutte le bollette aumentano, i cittadini di Cassino avranno invece sgravi, anche se lievi, per quel che riguarda l’imposta sui rifiuti.

Si tratta di un piccolo ma significativo abbassamento delle quote annuali che è stato possibile grazie alla lotta all’evasione e, quindi, all’iscrizione alla Tari di molti più contribuenti per quel che riguarda le utenze domestiche. Alle utenze non domestiche che hanno subito perdite economiche a causa dell’emergenza Covid – annuncia il sindaco – abbiamo invece destinato un fondo ad hoc di 400.000 euro“.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright