Comunali di Frosinone, i Partiti preparano la rivincita

Le liste civiche manterranno un ruolo centrale, ma stavolta i partiti non possono permettersi passi falsi o posizioni secondarie.  Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Pd, Psi: i leader schiereranno l’artiglieria pesante. Ecco perché.

Sicuramente le liste civiche avranno un ruolo fondamentale (come sempre) alle prossime elezioni comunali di Frosinone. Ma siamo sicuri che i Partiti resteranno ancora una volta in seconda fila? Non è così scontato.

Nel centrodestra puntano tutti al colpo grosso. Innanzitutto la Lega dell’attuale sindaco e coordinatore provinciale Nicola Ottaviani, che nel capoluogo si gioca molto non soltanto a livello di “successione” amministrativa, ma anche di prospettive politiche. Un risultato importante conterebbe anche nel panorama delle future candidature alla Camera o al Senato. Quindi c’è il capogruppo Danilo Magliocchetti che è in corsa per la poltrona di sindaco.

Claudio Fazzone

Forza Italia ha già rivendicato la candidatura a sindaco. Lo ha fatto con il senatore e coordinatore regionale Claudio Fazzone. Naturalmente l’uomo di punta è Adriano Piacentini, presidente del Consiglio comunale. (Leggi qui «A Frosinone rivendicheremo la candidatura»).

In entrambi i casi, non si potrà prescindere dal mettere in campo liste forti sul piano politico ed elettorale. Tanto più se si deciderà di effettuare le primarie. Né Ottaviani né Fazzone possono permettersi brutti figure.

Per Fratelli d’Italia bisognerà pure capire come si concluderà la vicenda relativa alla revoca dell’assessore Fabio Tagliaferri. Se cioè il Partito di Giorgia Meloni resterà nel centrodestra o se invece deciderà di andare avanti per conto proprio, magari proprio con Fabio Tagliaferri candidato a sindaco. In ogni caso dovrà allestire una lista molto competitiva. Nel capoluogo si stanno già muovendo l’Udc di Angelo D’Ovidio e Coraggio Italia di Mario Abbruzzese. (Leggi qui La rappresaglia di FdI si decide giovedì (se ci sarà).

Partiti ma anche Civiche

Antonio Scaccia (Foto: Stefano Strani)

Le liste civiche naturalmente non mancheranno e saranno agguerrite. La Lista per Frosinone di Antonio Scaccia per esempio. Ma anche quella di Ottaviani. Per non parlare del Polo Civico e della Lista Tucci, che però stavolta potrebbero essere alleate del centrosinistra.

Anche a sinistra i Partiti si stanno preparando ad una competizione di alto profilo. Il Partito Democratico non può permettersi di fallire ancora: oltre al “numero uno” delle preferenze Angelo Pizzutelli dovranno essere schierati i big. Ma pure il Partito Socialista Italiano di Gian Franco Schietroma si sta preparando al meglio alla competizione. Indipendentemente dal fatto se sarà ricostruito il centrosinistra oppure no.

Anche in questo caso ci saranno liste civiche di primo livello. Come Frosinone in Comune. Però i Partiti stavolta cercheranno di lasciare il segno. Come dimostra l’appello lanciato in queste ore da Francesco De Angelis.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright