A volte ritornano: ipotesi Ciacciarelli bis per la Segreteria di Forza Italia

FOTO: COPYRIGHT ANDREA SELLARI A.S. PHOTO

Dopo il via libera nazionale al congresso provinciale di Forza Italia si discute sul nome del Coordinatore. Dubbi su Del Brocco. E su Ciccone. Ipotesi Magliocchetti. In serata virata decisa su un clamoroso bis per Ciacciarelli. Che però vorrebbe unità. Coinvolgendo Piacentini

Riccardo Del Brocco? Troppo divisivo: il suo nome nelle settimane scorse ha determinato subito la spaccatura appena è sceso in campo. (leggi qui Coordinatore di Forza Italia, il nome è Riccardo Del Brocco e poi qui A pranzo Del Brocco ritira la candidatura: «Non spacco il Partito»). Allora Tommaso Ciccone? Al primo appello non ha risposto ed al secondo ha dato una disponibilità quasi ‘per educazione’. Ma poi è sparito. (leggi qui Ciccone ci ripensa: si candida a Coordinatore di Forza Italia).

Forza Italia ha bisogno di un coordinatore provinciale. I nomi circolati fino ad oggi non convincono il summit che si è riunito in mattinata a Roma in Regione per fare il punto. Lunedì Antonio Tajani ha dato il via libera al Congresso che si terrà entro la fine del mese (leggi qui Tajani spegne l’incendio: congresso subito, ma nessuno tocchi Fazzone). E ora si pone un problema: la situazione di Forza Italia è al confine d’un punto di non ritorno, occorre allora che a tenere le redini provinciali del Partito sia una persona di esperienza, dotata di equilibrio e capacità di mediazione, riconosciuta.

A Roma sono state avanzate un paio di ipotesi. Una di queste è Danilo Magliocchetti, espertissimo capo della segreteria del Presidente della Commissione Cultura Pasquale Ciacciarelli; prima ancora, capo della segreteria del Gruppo di Forza Italia; in precedenza capo della segreteria del Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, capo della segreteria del Presidente della Provincia di Frosinone. Consigliere comunale e provinciale di lungo corso, più volte capogruppo.

Ha solo un limite: il tempo.

L’altra ipotesi è quella sulla quale ci si sta orientando nelle ultime ore. Ed ipotizza un clamoroso ritorno al timone per Pasquale Ciacciarelli. Era stato coordinatore provinciale fino all’atto della sua candidatura alla Pisana. A quel punto gli era subentrato l’attuale Coordinatore, Adriano Piacentini.

Ciacciarelli è stato coordinatore per anni, ha la totale conoscenza della macchina e degli uomini, la presenza in Regione gli conferisce la possibilità di prendere impegni.

Il limite, in questo caso, è l’unione tra la funzione amministrativa (consigliere regionale) e quella politica (Coordinatore).

Quando l’ipotesi è stata messa sul tavolo, Pasquale Ciacciarelli è stato interpellato. Non ha detto no. L’unico commento è stato: «E Adriano?». Il riferimento è all’attuale titolare. Perché? Ciacciarelli sa che non è questo il momento delle spaccature. E sarebbe anche pronto ad accettare. Ma riservando un ruolo anche per chi rappresenta l’altra ala del Partito: e Piacentini incarna, allo stesso tempo, la sensibilità dell’ala vicina al sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani e della zona nord della provincia.

Ciacciarelli coordinatore bis? Alla guida di un Coordinamento unitario? Gli sherpa sono già partiti. E la risposta arriverà a breve.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright