De Angelis, Buschini, Abbruzzese: perché i big si giocano tutto alle Provinciali

Foto: copyright DANIELE SCUDIERI IMAGOECONOMICA

Buschini: «La ricetta Zingaretti deve valere ad ogni livello. De Angelis: «Coalizione inclusiva. E poi pensiamo pure a Frosinone». Abbruzzese: «La lista con FdI? Possiamo conquistare due o tre seggi»

Corrado Trento
Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

Non si candida alle elezioni europee. Mario Abbruzzese, viceresponsabile nazionale degli enti locali di Forza Italia, dice: «La nostra priorità è sostenere Antonio Tajani ed è quello che faremo». Intanto però ci sono le provinciali all’orizzonte: il 7 aprile. Un appuntamento da addetti ai lavori (votano sindaci e consiglieri comunali), ma non per questo meno importante sul piano politico.

Spiega Mario Abbruzzese: «La lista unitaria con Fratelli d’Italia ha una vocazione inclusiva. L’obiettivo? Eleggere due o tre consiglieri, è alla nostra portata». Ma sul territorio quali sono i rapporti con la Lega del deputato e coordinatore regionale Francesco Zicchieri? Nota Mario Abbruzzese: «Ho buoni rapporti con l’onorevole Zicchieri e con la Lega, non c’è alcun tipo di ostilità». Ma se dopo il 26 maggio i risultati dovessero determinare scenari da elezioni politiche anticipate, nel centrodestra si troverebbe la “quadra”? Abbruzzese non ha dubbi e rileva: «Nel caso di elezioni politiche anticipate (scenario possibile), credo che il centrodestra si riunirà a livello nazionale per definire il riparto delle candidature».

Alle provinciali guarda con grande attenzione pure il Partito Democratico. Francesco De Angelis, leader di Pensare Democratico e commissario del Consorzio unico del Lazio, afferma: «L’obiettivo delle provinciali è chiaro: eleggere cinque consiglieri. Vero che due anni fa arrivammo addirittura a sei, ma votavano gli amministratori di Cassino e nelle nostre file c’era anche Massimiliano Mignanelli, come indipendente. Certamente cercheremo di non accontentarci, ma il numero al quale puntiamo è cinque. Fra l’altro dobbiamo tenere presente che poi a maggio ci saranno anche le comunali in ben 39 paesi. Serve una coalizione larga, inclusiva, aperta al “civismo”. Come del resto vuole il neo segretario Nicola Zingaretti».

De Angelis, però, non perde di vista lo scenario del Comune di Frosinone. Il motivo è semplice: nel caso di elezioni politiche anticipate è difficile non immaginare che il sindaco Nicola Ottaviani non sia della partita. Magari con una candidatura alla Camera. Il che aprirebbe la strada a consultazioni anticipate sul piano amministrativo.

Nel capoluogo il centrosinistra ha perso le ultime due elezioni, dopo tre mandati consecutivi (due di Domenico Marzi e uno di Michele Marini). Afferma De Angelis: «Dopo le europee il Pd provinciale deve concentrarsi sulle elezioni comunali di Frosinone in ogni caso. Anche se si arrivasse a scadenza naturale e si votasse quindi fra tre anni. Dobbiamo iniziare a lavorare e farci trovare pronti quando sarà. Puntando ad una coalizione di centrosinistra forte, rappresentativa e larghissima. La doppia candidatura alle provinciali, di Vincenzo Savo e Alessandra Sardellitti? Dobbiamo viverla come una ricchezza e un’opportunità».

In ogni caso, tra i nomi dei possibili candidati a sindaco del centrosinistra circolano quelli di Mauro Vicano (ex manager della Asl e già presidente della Saf) e di Stefano Pizzutelli (Frosinone in Comune).

Intanto Mauro Buschini, capogruppo regionale del Pd e membro della direzione nazionale del partito, nota: «Alle provinciali stiamo lavorando per ottenere un grande successo del Partito Democratico. Non faccio previsioni sui seggi, ma sottolineo che il fatto che votino gli amministratori non sminuisce una competizione che in ogni caso è un termometro pure del radicamento sul territorio di un partito. Poi ci saranno le comunali e le europee. In ogni caso la ricetta politica del Pd di Nicola Zingaretti è la sempre la stessa ad ogni livello: inclusione, apertura alle civiche e coalizione di centrosinistra. Insomma, il modello Lazio. Dobbiamo assolutamente andare avanti su questa strada».

*

Leggi tutto su