Un aeroporto a Frosinone? Vola solo sul web: Enac, Cciaa, Comune lo escludono

FOTO © IMAGOECONOMICA / CARLO LANNUTTI

Il mistero della società che starebbe raccogliendo soci per realizzare l'aeroporto a Frosinone. Annuncia "lavori dal 2022 e primo volo dal 2025". Ma Enac, l'ente per l'Aviazione Civile ne sa nulla. Così come Cciaa ed Asi. La società promotirce? Una Srls cioè una società "ad un euro"

«Una società che intende promuovere un nuovo aeroporto a Frosinone? Noi ne sappiamo niente»: Alfredo Pallone è uno dei due consiglieri d’Amministrazione che insieme al presidente governano Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile italiana. Invece Marcello Pigliacelli è presidente della Camera di Commercio di Frosinone, nell’ente che governa sono depositati tutti i documenti delle due società costituite circa vent’anni fa dalla Provincia di Frosinone per realizzare l’aeroporto. E dice: «Qui da noi nessuno è passato per un nuovo progetto del genere: né per acquisire documentazione né per avere informazioni». Francesco De Angelis è presidente del Consorzio di Sviluppo Industriale: gestisce tutte le aree sulle quali realizzare insediamenti produttivi nel nord della Ciociaria. «ad oggi nessuno mi ha informato su richieste d’assegnazione di terreni per sviluppare un aeroporto a Frosinone».

Il rendering e la pagina facebook

Una planimetria del vecchio progetto

Qualcosa non quadra. Perché un mese fa è stato diffuso un video con un rendering nel quale si mostrava un aereo in fase di atterraggio e poi l’interno di uno scalo. Sui display campeggiava la scritta ‘Aeroporto di Roma- Frosinone‘. Quel video accompagnava la notizia relativa ad un gruppo di soci intenzionati a sviluppare il terzo scalo aeroportuale del Lazio dopo Fiumicino e Ciampino.

Non solo. Dal 7 dicembre 2019 è stata creata su Facebook la pagina Aeroporto di Roma- Frosinone. Sulla quale vengono pubblicati i comunicati che aggiornano sull’andamento del progetto e la Rassegna Stampa con le interviste e gli articoli diffusi in rete e nelle edicole. Il 21 giugno è stato messo il link al sito di notizie e mediaFrosinone mi piace‘ (non risulta una testata giornalistica, non è censito sul Registro della Stampa) con un’intervista esclusiva al nuovo management.

Dal 19 giugno c’è anche il logo: un aereo di linea azzurro su un quadrato rosso.

IL LOGO AEROPORTO ROMA – FROSINONE

Invece dal 17 giugno è in rete il frontespizio di un “Masterplan giugno 2020 Aeroporto Roma – Frosinone”. È lì che finalmente si intercetta qualche indizio concreto: in piccolo, nella parte alta, ingrandendo è possibile leggere: Progetto realizzato da Studio Cecere Roma per conto del dottor Tiziano Schiappa ed il dottor Francesco A***** in aggiornamento al vecchio Bp 2009 per Adf SpA.

L’ultima sigla indica una società precisa: la Aeroporti di Frosinone SpA ideata e voluta dall’allora presidente della Provincia Francesco Scalia, accompagnata da uno studio del celebre studio Price Watherouse Coopers. Quindi, apparentemente almeno, qualcuno ha preso quel piano e lo ha aggiornato.

Non il dottor A**** indicato nel frontespizio: “Francamente mi sembra un’esagerazione. Non ho aggiornato alcuno studio, su richiesta di un amico mi sono limitato ad esaminare il vecchio piano e fare qualche considerazione ma in maniera del tutto amicale”. E per questo chiede che il suol nome non compaia.

“Costituito il comitato promotore”

L’ultima news in odine di tempo è un comunicato secondo il quale

è stato costituito a Roma il Comitato promotore del terzo aeroporto della capitale, lo scalo di Roma Frosinone. Gli imprenditori Tiziano Schiappa, Giulio Blasi ed Emanuele Gradi hanno riunito intorno all’azienda promotrice, My Take it Srl, il primo nucleo dei soci dell’iniziativa, in fase di lancio dopo aver avviato gli studi preliminari per la fattibilità”.

Qui però le cose tornano a farsi nebulose. Da una visura camerale la My Take it è in realtà una srls, cioè una società di quelle “ad un euro di costo” come annunciò Matteo Renzi nel presentarle. È una Semplificata il cui scopo sociale è

Sviluppo e commercializzazione di un software innovativo ad alto valore tecnologico per la creazione di vetrine internet virtuali attraverso le quali i partner commerciali promuovono e vendono tagliandi per l’acquisto di prodotti e servizi.

In pratica è una società che si occupa di booking alberghiero on line. Nulla a che vedere con la progettazione di aeroporti. Nemmeno sul suo sito internet si specifica una eventuale esperienza in questo settore. Ma soprattutto, sul sito di My Take It non c’è traccia evidente del progetto su Frosinone.

“Si vola dal 2025”

Alfredo Pallone “rosinone ha già un aeroporto, non mi risultano progetti per realizzarne altri” Foto: © Imagoeconomica Paolo Gargini

La realizzazione dell’aeroporto a Frosinone è un’operazione che – stando al business plan sviluppato a suo tempo dai presidenti Francesco Scalia, Giacomo D’Amico e Gabriele Picano – richiedeva svariati milioni di euro. E la presenza di solide esperienze specifiche con cui costituire una partnership. Scalia – tanto per fare un esempio – volò nel quartier generale di Ryanair; D’Amico si avvalse dell’esprienza internazionale di Edward Luttwak per fare lobby intorno al progetto

Qui siamo in presenza di una Srls a un euro. Che si sta mettendo alla testa di un progetto nel quale coinvolgere varie SpA.

Prosegue l’ultimo comunicato

„il presidente del comitato promotore, Tiziano Schiappa:  “La prima movimentazione dei lavori sarà verso la fine del 2022 con una realizzazione dello scalo in soli due anni, con prima operatività volo a Gennaio 2025“, aggiunge il comitato promotore in una nota. A capo della comunicazione e delle Relazioni esterne è stato individuato il giornalista Aldo Torchiaro.“

Qui non risulta

Rendering di un aeroporto

Pochi capitali ma molto ottimismo. Dal momento che il Consigliere d’Amministrazione Enac esclude sia in piedi alcun iter autorizzativo per il nuovo aeroporto a Frosinone. “Inoltre tenderei proprio ad escludere una fattispecie simile: Frosinone l’aeroporto lo ha già è il Moscardini dove ha sede il 72° Stormo”.

Nulla risulta nemmeno al Comune di Frosinone: “Le ruspe che partiranno a fine 2022? Qui non è arrivata nessuna richiesta di autorizzazione: né per il 2022, né per gli anni successivi”.

Chi ha rilasciato l’autorizzazione ad utilizzare (per aggiornare) il business plan del 2009 che è proprietà intellettuale della AdF SpA? Nessuno dei vecchi amministratori interpellati ha saputo dare una risposta.

Operazione pubblicitaria?

Turista in aeroporto © Anna Shvets / Pexels

Il sospetto che sia tutta un’operazione pubblicitaria lo aveva avanzato per primo il quotidiano Il Messaggero di Frosinone. Il collega Pier Federico Pernarella ha contattato il numero telefonico messo a disposizione. Ed ha domandato “Perché mai una società di booking online dovrebbe occuparsi del progetto di un aeroporto? La risposta è stata «Il turismo è uno dei settori di riferimento. E poi perché mai avremmo dovuto mettere in piedi tutta questa cosa?» ha risposto un interlocutore senza qualificarsi.

Già, ma cos’è “tutta questa roba” che sarebbe stata “messa in piedi“? Un sito Internet e un profilo Facebook con qualche video.

Illuminante il seguito del colloquio.

«No vabbe’, le cose non stanno così. Stiamo parlando con le istituzioni da un po’ di tempo», risponde l’interlocutore senza nome.

Quali istituzioni? «No, non gliele dico, perché si sa come fate voi giornalisti, poi si creano casini. Però ripeto se vuole possiamo concordare un’intervista, le mi manda le domande via mail e non le rispondiamo senza problemi».

Le risposte, per ora, le hanno date Enac, Camera di Commercio, Asi, Comune di Frosinone: di questa storia sanno niente.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright