Forza Italia, la Ciociaria come il verso del coccodrillo

Sulla pagina del coordinamento regionale da mesi manca la “gerenza” della provincia di Frosinone. Non è indicato chi guida il partito. Perché? Sembra la canzone per bambini che ironizza sul fatto che nessuno conosce il verso che emette l’alligatore. Ma qui il problema politico è evidente e profondo.

Era prima di Natale quando scoppiò il caso della “gerenza” sulla pagina del coordinamento regionale del Lazio di Forza Italia. Erano indicate tutte le cariche tranne quella della provincia di Frosinone. Per la verità per alcuni giorni non ci fu neppure il nome del senatore e coordinatore regionale Claudio Fazzone, poi ricomparso a tempo di record. Adesso ci si avvia a Pasqua e la provincia di Frosinone ancora non c’è. Non regge la scusa che il sito non è aggiornato. E’ aggiornatissimo. Oggi, 11 marzo, si ricorda perfino il santo del giorno: San Costantino. E di lato ci sono in tempo reale le dichiarazioni di tutti i principali esponenti “azzurri” sui diversi temi di attualità del momento. Eppure nella “gerenza” manca la Ciociaria.

C’è il coordinatore regionale Claudio Fazzone, il commissario della provincia di Latina Alessandro Calvi, quello della provincia di Viterbo Andrea Di Sorte, quello di Rieti Sandro Grassi. C’è poi Alessandro Battilocchio, coordinatore della provincia di Roma. E Maurizio Gasparri, commissario cittadino del partito nella Capitale.

Frosinone e il coccodrillo

E Frosinone? Sembra essere diventata una strofa della celebre canzone sul verso del coccodrillo. Nessuno sa come fa. In provincia di Frosinone in realtà il commissario è Claudio Fazzone, che ha nominato tre sub commissari: Adriano Piacentini, Daniele Natalia e Rossella Chiusaroli. Ma perché non metterlo sulla homepage? Forse che in Ciociaria gli “azzurri” hanno meno dignità politica dei loro colleghi di altre province.

Sempre prima di Natale era data per fatta la nomina di Alessandro Battilocchio (fedelissimo di Antonio Tajani) come commissario provinciale. Qualcuno disse che era d’accordo anche Claudio Fazzone, che invece si mise di traverso e fece saltare l’operazione. Poi sono cambiate tante cose. Per esempio Antonio Tajani è diventato coordinatore nazionale del partito. Ma il responsabile della provincia di Frosinone continua a non esserci. (Leggi qui E Fazzone ricompare sulla home page di Forza Italia).

Anselmo Rotondo, Gianluca Quadrini, Alessandro Battilocchio, Antonio Tajani e Gioacchino Ferdinandi

Quale problema può esistere? Se dovesse cambiare, si adegua la homepage. E neppure è un problema se il commissario è Claudio Fazzone. Il punto non è la eventuale ripetizione di un nome, il punto è che la provincia di Frosinone è stata cancellata dalla carta geografica del Lazio per quanto riguarda Forza Italia.

E questa non è una cosa bella.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright