Tagliaferri, Cirillo e i voti ponderati di Fagiolo

Il risultato di Domenico Fagiolo alle provinciali rappresenterà uno spartiacque per quanto riguarda il partito di Fratelli d’Italia a Frosinone. E in gioco ci sono pure i rapporti con il sindaco leghista Nicola Ottaviani.

A Frosinone non ci sono state novità in Fratelli d’Italia dopo la nomina di Fabio Tagliaferri a portavoce cittadino. Nel senso che la presa di posizione contraria dell’assessore Pasquale Cirillo ha delimitato il campo. Da una parte il coordinatore regionale Paolo Trancassini, il presidente provinciale Massimo Ruspandini e lo stesso Fabio Tagliaferri, dall’altro l’assessore Pasquale Cirillo e i consiglieri Domenico Fagiolo e Maria Rosaria Rotondi. (Leggi qui Perché a Frosinone Ottaviani impera senza nemmeno dividere).

da sinistra Paolo Pulciani, Mimmo Fagiolo, Massimo Ruspandini

Domenico Fagiolo è candidato alle provinciali e ha una concorrenza fortissima nella lista. Ci sono i tre uscenti: Daniela Maura, Stefania Furtivo, Rossana Carnevale. C’è Riccardo Ambrosetti. E sempre a Frosinone (Comune che insieme a Cassino ha l’indice di ponderazione più alto) c’è anche Sergio Crescenzi, che in aula fa parte della Lista per Frosinone di Antonio Scaccia.

Ma cosa succederebbe se Domenico Fagiolo dovesse essere eletto consigliere provinciale? Sicuramente ci sarebbero fibrillazioni in Fratelli d’Italia. Pasquale Cirillo ha ribadito che a lui non interessa quello che ha definito il “pennacchio” da vicesindaco per gli ultimi mesi della consiliatura.

Il nodo Ottaviani – FdI

Una cosa è certa: Fagiolo, Rotondi e Cirillo continueranno comunque a sostenere Ottaviani. In questi mesi e anche dopo. Occorrerà capire quali saranno le strategie di Fabio Tagliaferri e del partito al di là dell’apertura o meno alle primarie. Il vero nodo sarà il rapporto tra Fratelli d’Italia e Nicola Ottaviani, sindaco e coordinatore provinciale della Lega. Il quale non ha intenzione di farsi dettare l’agenda.

Fabio Tagliaferri (Foto: Stefano Strani / Imagoeconomica)

Nello scorso ottobre Ottaviani ha revocato Fabio Tagliaferri come assessore, rispondendo alla richiesta del Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli. Lista nella quale Tagliaferri fu eletto prima di aderire a Fratelli d’Italia. Ma ci sono buone possibilità che il Polo Civico alle comunali sia schierato con il centrosinistra a sostegno della candidatura a sindaco di Mauro Vicano.

In quel caso Fratelli d’Italia non mancherebbe di sottolinearlo. Il confronto tra gli esponenti del partito di Giorgia Meloni e Nicola Ottaviani è complicato e difficile. Anche per le differenti posizioni all’interno di Fratelli d’Italia. Perciò il risultato di Domenico Fagiolo alle provinciali sarà un termometro.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright