Indiscreto – Il bidet del senatore, Monticchio sospeso, Casinelli alle idi…

Indiscreto - Notizie varie ed avariate dal mondo di quelli che... pesano. Il bidet del senatore. Abbruzzese senza guida. Rossella spot per Pompeo. Due piccioni senza fava. Casinelli alle idi di ottobre. Monticchio già congelato

Monticchio sub Judice

Il fu coordinatore comunale di Ncs-Lega Cassino Claudio Monticchio è stato sospeso cautelativamente dalla Lega. Il provvedimento è stato decretato dal Coordinatore Regionale e vice capogruppo alla Camera dei Deputati Francesco Zicchieri che lo ha comunicato al Coordinatore Provinciale Carmelo Palombo.

Monticchio paga le sue posizioni non in linea con la strategia del Partito a Cassino: nei giorni scorsi ha partecipato alla conferenza con cui il sindaco Carlo Maria D’Alessandro annunciava la nomina del nuovo assessore alla Sicurezza, Emanuele Dell’Omo. (leggi qui L’assessore c’è e la Lega pure: ma viene sconfessata. Monticchio azzerato)

Quella presenza non era stata né concordata né legittimata dal Partito. E nonostante questo, Claudio Monticchio aveva diffuso una dichiarazione di sostegno al neo assessore firmandosi coordinatore comunale NcS – Lega.

Tra qualche ora, direttamente il vice capogruppo di Montecitorio Zicchieri sarà a Cassino per ufficializzare la sospensione cautelare di Monticchio. Ed annunciare il nome del nuovo coordinatore cittadino della Lega. (leggi qui Monticchio, la solitudine del disobbediente)

Casinelli alle idi di ottobre

Tutti dal giudice il 26 ottobre. Per vedere se le accuse sono abbastanza robuste da poter sostenere un processo. L’ex presidente di Federlazio Alessandro Casinelli, il suo ex socio Giorgio Rea, il loro amministratore Domenico Mangiapelo ed altre quattro persone sono accusate, a vario titolo, di “associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e omesso versamento di ritenute”.

In pratica, di avere comprato alcuni anni fa la storica clinica di Reggio Calabria Villa Aurora e di avere avviato un processo con cui spogliarla progressivamente dei suoi beni. Accuse che vengono respinte dagli indagati.

È l’ennesimo sfregio all’imprenditore che ha guidato fino a qualche mese fa il piccolo impero Ortopedia Italia. Perché?

La scelta del 26 ottobre come data per l’udienza preliminare taglia fuori la Cassazione: il Giudice avrà tra le mani solo le carte dell’Accusa. Che così eviterà un possibile pronunciamento negativo della suprema Corte di Cassazione.

Detto e pentita

A Rossella Chiusaroli, capogruppo di Forza Italia al Comune di Cassino e Consigliere provinciale a Frosinone, nella mattinata in Provincia è sfuggita la frase “Antonio Pompeo è un presidente: ho fatto più in Provincia che al Comune di Cassino“.

Lo ha detto al termine della riunione della Consulta Provinciale delle Elette, organismo che riunisce tutte le donne elette nei vari Consigli Comunali dei 91 Comuni ciociari, proposto dalla Chiusaroli e prontamente benedetto dal presidente Dem Antonio Pompeo.

Poi, rendendosi conto della portata politica della frase appena pronunciata, a meno di un mese dalla elezioni per il rinnovo della presidenza, ha subito aggiunto: «Meno male che non ci sono i giornalisti in giro».

I due piccioni

Di cosa tubavano il dottor Norberto Venturi, già segretario cittadino del Pd di Frosinone e Giuseppina Bonaviri anima inquieta della sinistra senza Patria? Domenica pomeriggio hanno preso un aperitivo all’enoteca Celani di Frosinone.

Qualcuno degli astanti giura si stessero confrontando sulle aperture politiche fatte da Nicola Zingaretti a tutto il mondo uscito dal Pd.

Abbruzzese senza guida

Chi guida la Stelvio blu del presidente Cosilam ed ex presidente del Consiglio Regionale Mario Abbruzzese?

La sua storica assistente è sempre più spesso presente davanti alle telecamere di Uomini & Donne: era lei a condurre la vettura mentre l’ex presidente del Consiglio Regionale del Lazio stava al telefono.

Qualcuno maligna che, come tutti gli autisti ed i barbieri dei potenti, fosse molto influente. A chi ha ceduto lo scettro?

Il bidet del senatore

Impegnato tra i due fuochi, quello dell’opposizione sovranista lasciata già dal Carroccio e quella militante Dem a sinistra, preso dal dilemma di Vertenza Frusinate (della quale ha finito per occuparsi una senatrice di LeU, in barba alle promesse dei parlamentari ciociari), il senatore della Repubblica Gianfranco Rufa da veroli è alle prese con un problema ben più stringente.

Attento e scrupoloso nell’igiene personale, desideroso che altrettanto lo sua quella pubblica, il Nostro ha pubblicato sulla sua bacheca Facebook la foto di una ritirata molto spoglia e spartana, contenete al suo interno unicamente un water ed un rotolo di carta igienica.

Bonjourrr! Ma le bidet ” i Franséeess non usé”… E ci criticano pure

È evidente che nel corso di una sua trasferta francese deve essersi trovato all’interno di una ritirata poco fornita degli accessori notoriamente in uso nei luoghi di decenza nazionali.

Con Patrio orgoglio nazionalista e sovranista, non ha perso occasione per mettere in risalto le italiche virtù.