Qui Fondi e Terracina, rispondi Ciociaria. Passo e non chiudo

I ballottaggi nei due centri pontini avranno effetti politici pesanti in provincia di Frosinone. Claudio Fazzone (Forza Italia) non farà prigionieri, Francesco Zicchieri (Lega) si gioca molto. Fratelli d’Italia va avanti. Possibili “rappresaglie” a Ceccano, Alatri, Sora e Frosinone.

Domani intorno alle 17 si saprà chi avrà vinto i derby del centrodestra nei ballottaggi di Fondi e Terracina. Sul piano politico oltre che su quello dell’elezione del sindaco. Lo scontro in atto è tra Lega e Forza Italia da una parte e Fratelli d’Italia dall’altra.

In Ciociaria si stanno tutti preparando ai contraccolpi, perfino alle fratture, perché la posta in gioco è davvero altissima nel centrodestra. Soprattutto perché in campo ci sono big abituati a non fare prigionieri. Primo fra tutti Claudio Fazzone, senatore e coordinatore regionale di Forza Italia nel Lazio. Lui semplicemente a Fondi non può perdere. Se dovesse succedere, la rappresaglia politica scatterebbe immediata. In caso di vittoria… lo stesso.

CLAUDIO FAZZONE. FOTO © STEFANO CAROFEI / IMAGOECONOMICA

Fazzone ha la necessità di registrare l’assetto degli “azzurri” in provincia di Frosinone. Attualmente la gestione è divisa tra Adriano Piacentini, Daniele Natalia e Rossella Chiusaroli. E poi c’è da risolvere il caso di Gianluca Quadrini, per nulla semplice. Martedì mattina Fazzone inizierà a lavorare sul “dossier Ciociaria”.

Fazzone e Zicchieri, due in ballo

Nella Lega Francesco Zicchieri, deputato e colordinatore regionale, si gioca moltissimo nei due ballottaggi. Ha anche la necessità di cominciare a blindare la sua ricandidatura alla Camera. E con 345 posti in meno non è semplice.

Sa che le sconfitte nei Comuni che sono anche il feudo elettorale possono risultare fatali. E in Ciociaria ha il fiato sul collo di uno come Nicola Ottaviani, sindaco di Frosinone in scadenza di secondo mandato.

A Terracina il risultato farà la differenza. E se Fratelli d’Italia dovesse spuntarla, allora neppure in questo caso si possono escludere gesti clamorosi e rappresaglie.

Effetti collaterali ciociari

Francesco Zicchieri (Lega) e Massimo Ruspandini (FdI)

Anche in Ciociaria. Per esempio a Ceccano, e poi a Sora ed Alatri. Inoltre nella Lega si sta già preparando l’attacco a Fratelli d’Italia sul patto di ferro con Antonio Pompeo (Pd) alla Provincia.

Il senatore Massimo Ruspandini (Fratelli d’Italia) non starà a guardare. A Sora ha già fatto capire di essere pronto a ballare da solo.

Ma lo strappo più eclatante potrebbe avvenire alle comunali di Frosinone. Dunque, massima attenzione ai ballottaggi di Fondi e Terracina. Gli effetti collaterali si vedranno pure in Ciociaria.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright