Dieci parlamentari se va bene e da dividere in due

Deputati e senatori che potranno eleggere Latina e Frosinone. Con i nuovi collegi la rappresentanza non sarà certo quella attuale

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

La domanda che si fanno gli addetti ai lavori, cioè i politici, è una sola: quanti parlamentari continueranno ad eleggere le province di Latina e di Frosinone? Non insieme. Ma ognuna per proprio conto naturalmente. (Leggi qui La rivoluzione dei collegi elettorali nel Sud Lazio).

I nuovi collegi elettorali “disegnati” dal consiglio dei ministri hanno provocato un terremoto politico. Vero che la geografia è stata disegnata sulla base del Rosatellum, l’attuale sistema elettorale. Destinato ad essere sostituito da una nuova legge. Forse. Perché in Italia non c’è nulla di più duraturo del provvisorio. Ma in ogni caso il ragionamento ormai è diverso, perché il profilo extralarge dei nuovi collegi va parametrato e pesato nel Lazio.

La Camera nel Lazio

Il Transatlantico di Montecitorio. Foto © Daniele Scudieri / Imagoeconomica

Per quanto riguarda la Camera dei deputati la regione è stata divisa in due circoscrizioni elettorali: la 1 e la 2.

Il Lazio 2 comprende le province di Frosinone, Latina, Viterbo, Rieti e 36 Comuni della città metropolitana di Roma.

I collegi plurinominali (proporzionale) di questa circoscrizione sono 2, con 5 collegi uninominali (maggioritari). A questa circoscrizione sono stati assegnati 12 seggi: 7 plurinominali, 5 maggioritari. In totale quindi 12 deputati.

Il Senato nel Lazio

Per il Senato invece al Lazio sono stati assegnati 6 collegi uninominali e 12 plurinominali: in totale 18 seggi.

I collegi uninominali alla Camera nel Basso Lazio sono 3: uno di Latina (denominato U03), uno di Frosinone (denominato U04), uno di Terracina (denominato U05).

L’ingresso di Palazzo Madama

Nella porzione meridionale della Circoscrizione Lazio 2 sono stati definiti 2 collegi monoprovinciali. Quello di Latina è costituito dai cosiddetti Sistemi Locali Interi di Latina e Sabaudia e dal Comune di Aprilia. Quello di Frosinone è costituito dall’unione dei Sistemi Locali Interi di Sora e Frosinone.

Mentre l’altro collegio, quello di Terracina, è interprovinciale (Frosinone-Latina). Ed è formato dall’unione dei sistemi locali interi di Terracina, Fondi, Gaeta, Formia e Cassino. Il 62% della popolazione di questo collegio appartiene alla provincia di Latina e il restante 38% alla provincia di Frosinone.

Ricordiamo lo schema.

Latina

Il collegio uninominale di Latina (Lazio 2 U03) comprende 17 Comuni: Aprilia, Bassiano, Cisterna di Latina, Cori, Latina, Maenza, Norma, Pontinia, Priverno, Prossedi, Rocca Massima, Roccagorga, Roccasecca dei Volsci, Sabaudia, Sermoneta, Sezze, Sonnino.

Frosinone

Il collegio di Frosinone (Lazio 2 U04) comprende invece 60 Comuni: Acuto, Alatri, Alvito,Amaseno, Anagni, Arnara, Arpino, Atina, Boville Ernica, Broccostella,Campoli Appennino, Casalattico, Casalvieri, Castelliri, Castro dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Collepardo, Falvaterra, Ferentino, Filettino, Fiuggi, Fontana Liri, Fontechiari, Frosinone, Fumone, Gallinaro, Giuliano di Roma, Guarcino, Isola del Liri, Monte San Giovanni Campano, Morolo, Paliano, Pastena, Patrica, Pescosolido, Picinisco, Piglio, Pofi, Posta Fibreno, Ripi, San Biagio Saracinisco, San Donato Val di Comino, Santopadre, Serrone, Settefrati, Sgurgola, Sora, Strangolagalli, Supino, Torre Cajetani, Torrice, Trevi nel Lazio, Trivigliano, Vallecorsa, Veroli, Vicalvi, Vico nel Lazio, Villa Latina e Villa Santo Stefano.

Terracina

Piazza Labriola a Cassino

Il collegio uninominale di Terracina (Lazio 2 U05) comprende 47 Comuni. E, come detto in precedenza, la provincia di Latina è prevalente. Ecco l’elenco: Acquafondata, Aquino, Arce, Ausonia, Belmonte Castello, Campodimele, Cassino, Castelforte, Castelnuovo Parano, Castrocielo, Cervaro, Colfelice, Colle San Magno, Coreno Ausonio, Esperia, Fondi, Formia, Gaeta, Itri, Lenola, Minturno, Monte San Biagio, Pico, Piedimonte San Germano, Pignataro Interamna, Pontecorvo, Ponza, Rocca d’Arce, Roccasecca, San Felice Circeo, San Giorgio a Liri, San Giovanni Incarico, San Vittore del Lazio, Sant’Ambrogio sul Garigliano, Sant’Andrea del Garigliano, Sant’Apollinare, Sant’Elia Fiumerapido, Santi Cosma e Damiano, Sperlonga, Spigno Saturnia, Terelle, Terracina, Vallemaio, Vallerotonda, Ventotene, Villa Santa Lucia e Viticuso.

Il Senato

Il collegio uninominale del Senato (denominato Lazio U06 – Latina) è unico e comprende interamente le province di Frosinone e Latina. Parliamo in totale di 124 Comuni. Tutti quelli dei 3 collegi della Camera.

Ma anche in questo caso la provincia di Latina è prevalente, visto che esprime il 52,5% della popolazione. Mentre quella della provincia di Frosinone il 47,5%.

Come funziona

Nei tre collegi uninominali della Camera viene eletto soltanto il vincitore. Quindi tre deputati. Stesso discorso per Palazzo Madama. Solo un senatore.

Poi ci sono i collegi plurinominali, vale a dire quelli proporzionali. Nei quali si mettono in campo i cosiddetti “listini”. Quello per il Basso Lazio è unico per le province di Frosinone (492.661 abitanti) e Latina (544.732).

Foto © Marco Cremonesi / Imagoeconomica

Nel plurinominale sono assegnati 4 seggi.

Il Senato invece ha una dimensione regionale: 6 seggi nel collegio plurinominale di Roma (e i Comuni di Fiumicino e Ciampino), 6 per un’altra parte di Roma (che comunque esprime il 45,9% degli abitanti dell’intero collegio), e le province di Latina (19,6%), Frosinone (17,7%), Viterbo (11,3%), Rieti (5,6%).

Ricapitolando: 3 deputati e un senatore con il maggioritario, 2 dei quali da “condividere”. Poi, con il proporzionale, 4 deputati (da “condividere”) e probabilmente 2 senatori nella migliore delle ipotesi. Sempre da “condividere”.

Com’era prima

Il 4 marzo 2018, con il maggioritario, in provincia di Frosinone sono stati eletti, il senatore Massimo Ruspandini (FdI) e i deputati Francesco Zicchieri (Lega) e Ilaria Fontana (M5S).

In provincia di Latina: i deputati Giorgia Meloni (FdI), Paolo Barelli (FI), il senatore Claudio Fazzone (FI). Poi, con il proporzionale, nell’ambito dello stesso collegio, per esempio, i deputati Claudio Durigon e Francesca Gerardi (Lega), Luca Frusone, Enrica Segneri (M5S). Ma pure la senatrice Marinella Pacifico (ora nel Gruppo Misto) e il deputato Raffaele Trano (anche lui adesso nel Misto). Oltre naturalmente al senatore Nicola Calandrini (FdI).

Impossibile mantenere i numeri dell’attuale rappresentanza.

*

Leggi tutto su

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright