Pd, il “fattore Frosinone” che si allunga sulle elezioni

Tanti esponenti importanti del Partito sono del capoluogo e questo non potrà non pesare alle amministrative. Intanto il segretario del circolo Andrea Palladino prova anche operazioni di recupero motivazionale. E per le primarie si riparte da Mauro Vicano.

Stefania Martini presidente provinciale del partito. Angelo Pizzutelli capogruppo al consiglio comunale del capoluogo e sub commissario politico a Ceccano, la Stalingrado del Pci-Pds-Ds-Pd in Ciociaria. Alessandra Sardellitti e Vincenzo Savo consiglieri provinciali. Fabrizio Cristofari, già candidato a sindaco, presidente dell’ordine dei medici della provincia di Frosinone da tempo inenarrabile. C’è sicuramente il “fattore capoluogo” nell’organigramma del principale partito del centrosinistra in Ciociaria.

ALESSANDRA SARDELLITTI

E questo è un punto dal quale bisognerà partire per mettere insieme una coalizione con la quale provare a vincere le comunali, dopo due cocenti sconfitte consecutive. Magari Angelo Pizzutelli e Alessandra Sardellitti non vanno d’accordo, magari non mancano fibrillazioni nel gruppo consiliare, ma indubbiamente la potenza di fuoco e il peso politico ci sono.

Considerando poi che in regia c’è sempre lui, Francesco De Angelis. Non è per caso che il prossimo presidente del Consorzio regionale industriale unico abbia aperto in maniera decisa all’ipotesi delle primarie. Per tenere dentro tutti.

Solo Vicano ma non basta

Per quanto riguarda la candidatura a sindaco, finora il solo nome che c’è davvero è quello di Mauro Vicano, ex manager della Asl ma pure presidente della Saf. L’ex sindaco Michele Marini potrebbe tornare in campo e concorrere anche lui alle primarie, ma al momento non ha dato indicazioni del genere. Mentre della partita potrebbe essere Andrea Turriziani.

Gianfranco Pizzutelli, presidente nazionale del Polo Civico

Il ragionamento è che soltanto con un Pd unito al proprio interno si può costruire un’alleanza larga, capace di intercettare le liste civiche. Soprattutto quelle che al momento sono schierate nel centrodestra. Come il Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli per esempio.

Dunque Frosinone “pesa” nel Partito Democratico in questo momento. Il segretario del circolo Andrea Palladino dovrà adesso mettere a sistema tutte queste potenzialità. Cercando da un lato di “recuperare” (a livello di motivazioni) anche gente come Norberto Venturi e Francesco Brighindi. E dall’altro di coinvolgere nel progetto esponenti come Alessandra Maggiani e tanti altri.

L’occasione non può essere sprecata.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright