Elisa Ferazzoli

Una sconfitta ma tante nuove certezze dalla sfida di Parma

Anteporre la frenesia di una vittoria immediata ad un traguardo di lunga percorrenza. Rischiando anche di vincerla. Sta tutta qui la gara del Frosinone a Parma. Anzi no: sta nella conferma che anche le riserve sono in grado di offrire delle valide alternative a Nesta

2 Condivisioni

Come quando giochi in casa (di E. Ferazzoli)

Il Frosinone è bastato a se stesso. Il rientro di Ariaudo e Paganini, la bravura del tre volte assistman Rohden, il cinismo di Beghetto e l’impassibilità di Dionisi che esulta azzittendo col dito quella parte della Est sempre pronta ad “omaggiarlo” di fischi. La svolta sarà farsi trovare in tanti sugli spalti di Castellammare

2 Condivisioni

È questione di goal (di E. Ferazzoli)

Quella di La Spezia non assomiglia neanche lontanamente alle tre sconfitte già subite fuori casa. Può diventare emblematica. Il tallone d’Achille non sta nella personalità e nell’impegno. Non è mancata la costruzione di gioco ma “siamo stati poco incisivi negli ultimi metri, dove si fanno le partite e i punti”

2 Condivisioni

Il vero senso di essere una squadra

Non si vedeva da anni un Frosinone come quello sceso in campo contro il Chievo. È la dimostrazione che aveva ragione, ancora una volta, il presidente Stirpe: non c’era bisogno di uomini nuovi ma di una guida tecnica in grado di motivare. E creare il senso di squadra.

2 Condivisioni

Eppur si critica (di E. Ferazzoli)

Nonostante la vittoria rotonda, la partita giocata con convinzione, c’è chi fatica a godersi il risultato del Frosinone. La perplessità per Novakovich non ancora inserito nei meccanismi. E che ora Nesta cercherà di affiatare

2 Condivisioni

Non solo ex (di E. Ferazzoli)

Non è stata solo una partita di ex. Cremonese – Frosinone è stato un match che ha messo in luce evidenti progressi. L’identità sta venendo fuori. A piccoli passi.

2 Condivisioni

Un giocatore lo vedi dal coraggio (di E. Ferazzoli)

Un campione si riconosce dal coraggio. Anche quello di calciare un rigore in un giorno molto particolare. Lo stadio sarebbe un luogo migliore se invece di giudicare dai numeri sulle magliette pensasse alle storie degli uomini che le indossano

2 Condivisioni