Prove tecniche di unità: a sinistra ed a destra

Le squadre che si presenteranno ai nastri di partenza a Sora e Alatri diranno quali coalizioni ci saranno davvero in Ciociaria nei prossimi anni. Il segretario del Pd sta contattando tutti i potenziali alleati, nel centrodestra siamo all’ultima chiamata.

I nastri di partenza alle comunali di Alatri e Sora saranno fondamentali per capire come e dove evolverà la politica delle alleanze in provincia di Frosinone. Indipendentemente dal risultato finale e da chi verrà eletto sindaco. Perché dopo ci saranno altri appuntamenti importanti: ancora Comunali, Regionali, Politiche.

Il Partito Democratico, sotto la guida di Luca Fantini, sta cercando di rimettere in piedi il centrosinistra. Rivolgendosi a tutti, non soltanto ai tradizionali alleati del Partito Socialista, ma anche ai “cugini” non troppo amati di Italia Viva. Ma Fantini ha scritto sulla sua agenda pure i nomi di Leu, Articolo Uno, Demos, Azione di Carlo Calenda, le Sardine.

Poi cercherà di ampliare il raggio rivolgendosi alle liste civiche. Mentre l’opzione di un accordo politico-elettorale con il Movimento Cinque Stelle è una variabile. Bisognerà vedere e dipenderà da troppi fattori.

Laboratorio Ciociaria

I DUE FRANCESCO: DE ANGELIS E SCALIA

Quando a livello nazionale fecero l’Ulivo, in provincia di Frosinone quel percorso era stato già attivato. Da gente come Francesco De Angelis (Pds-Ds), Francesco Scalia (Margherita-Ppi), Gian Franco Schietroma (Psdi-Psi). E c’erano state già le prime alleanze con il Partito della Rifondazione Comunista di Maurizio Federico. In provincia di Frosinone quel progetto fu anticipato.

Oggi c’è la possibilità di fare la stessa cosa e Luca Fantini lo sa. Anticipare in Ciociaria scenari regionali e nazionali farebbe salire ancora di più le azioni del giovanissimo segretario di federazione. Francesco De Angelis, Mauro Buschini e Sara Battisti gli stanno spianando la strada.

Ad Alatri e Sora si giocano due partite importanti. Se il Pd riesce a presentarsi alla guida di una coalizione di centrosinistra, allora si possono gettare le basi per un percorso futuro unitario.

L’impresa del centrodestra

Nel centrodestra la situazione è la stessa. Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia non si presentano realmente uniti dalle elezioni comunali di Frosinone, quelle del secondo mandato di Nicola Ottaviani. La diffidenza è evidente.

Nicola Ottaviani e Massimo Ruspandini

Spetterà ai leader locali dei Partiti provare ad invertire la situazione. Cioè toccherà al senatore Massimo Ruspandini (Fratelli d’Italia), al coordinatore provinciale della Lega Nicola Ottaviani. E ai tre sub commissari di Forza Italia Daniele Natalia, Rossella Chiusaroli e Adriano Piacentini (i quali dovranno anche preoccuparsi di convincere Gianluca Quadrini, Gioacchino Ferdinandi e Anselmo Rotondo).

Non sarà un’impresa semplice. Ma se il centrodestra fallisce (diviso) a Sora e Alatri, sarà quasi impossibile continuare a parlare di coalizione.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright