Sergio Mattarella

Gli occhi della tigre: Zingaretti è tornato

Dopo mesi di febbrili trattative politiche e di gestione della seconda terribile ondata della pandemia, il presidente della Regione Lazio è tornato operativo. E si vede: opere pubbliche, giubileo, campagna di vaccinazione. Ma in realtà all’orizzonte c’è la sfida con Matteo Salvini quando la tregua del Governo Draghi sarà finita. Saranno loro a giocarsi la partita per Palazzo Chigi.

2 Condivisioni

Per Tajani un problema chiamato Claudio Fazzone

Il neo coordinatore nazionale vorrebbe cambiare gli assetti nel Lazio, ma sa che l’ultima parola spetterebbe comunque a Silvio Berlusconi. E il senatore di Fondi ha già parlato con fedelissimi e truppe: non starà a guardare nel caso di attacchi e di manovre di commissariamento. In provincia di Frosinone tutti trattengono il fiato. La Lega di Durigon alla finestra.

2 Condivisioni

Indiscreto – Spifferi romani (Martedì 16 febbraio 2021)

Spifferi dai palazzi romani. La rivincita Cartaginese. L’effetto Draghi sulle Comunali: perché c’è la corsa a FdI nei municipi. ‘Epurator’ finirà post democristiano? La scommessa sugli auguri di Fazzone a Tajani. Calenda non molla. E nessuno dice allo donne Dem perché al Governo hanno messo i maschietti

2 Condivisioni

Tajani coordinatore nazionale: comanda sempre Silvio

Silvio Berlusconi nomina Antonio Tajani coordinatore nazionale di Forza Italia. Un ‘ristoro’ per la mancata nomina a ministro. Che fino a due ore prima dello scioglimento della riserva era dato per certo. Chi comanda ora nel Partito: sempre e solo Berlusconi

2 Condivisioni

Ottaviani alla Camera scompagina il centrodestra

L’imprimatur di Matteo Salvini è fortissimo e già certo. Per l’elezione a Montecitorio si sgomiterà parecchio tra Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Ma c’è una via di uscita: un sistema elettorale completamente proporzionale, che ci riporterebbe nella Prima Repubblica.

2 Condivisioni