Silvio Berlusconi

Zingaretti, Sileri, Brunetta: quelli che fecero l’impresa

Perché sono stati loro tre a caratterizzare politicamente la due giorni di Fiuggi. Dopo sedici mesi di pandemia e in Governo di salvezza nazionale il presidente della Regione Lazio, il sottosegretario alla salute e il ministro hanno dimostrato che questo è il momento della competenza e dei risultati. Senza steccati e senza confini.

Forza Italia marginale, ma Tajani non cambia

Il coordinatore nazionale si sofferma sulla differenza tra fusione e federazione, ignorando la sostanza del problema. E soprattutto la rivolta in Forza Italia. Poi c’è l’esempio della “sua” Ciociaria, dove il partito è schiacciato nella morsa degli alleati. Con tante emorragie passate e litigiosità attuali.

Berlusconi conferma Tajani e traccia la rotta

Dalla fiducia rinnovata a Tajani alla lotta al Covid. Dalla stima per Draghi alla sfida con la Cina. Le difficoltà nel trovare i candidati sindaci e la nascita di Coraggio Italia. Silvio Berlusconi manda una serie di segnali. Forti. Per dire che c’è. E che detta ancora lui la linea

Antipatico e fuoriclasse: Matteo Renzi stupisce ancora

Il leader di Italia Viva punta al ruolo di segretario generale della Nato e intanto si prepara ad essere decisivo nella prossima finale di Coppa dei Campioni della politica italiana: l’elezione del Capo dello Stato. Dice: “Se Draghi governa bene si sgonfierà anche l’ascesa della Meloni”.

Tajani asfalta Toti, avverte Salvini e lancia Gasparri

Controffensiva politica a tutto campo del coordinatore nazionale di Forza Italia: “Toti e Brugnaro faranno la fine di Alfano e Verdini. Candidato civico a Roma. Solo se conosciuto, altrimenti c’è Gasparri. Con la Lega collaboriamo in Italia, in Europa la musica è diversa”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright