D’Alessandro

La Lega malata che non cresce in Ciociaria

Le percentuali nazionali sono merito esclusivo di Matteo Salvini. Sul territorio invece in tanti sono andati via (tra i quali Forte, Savo, Palombo), altri non entrano (Piacentini, Mastrangeli, Tagliaferri), altri ancora sono stati messi ai margini (Amata, Patrizi). E in diversi non vogliono più entrare. Ma così il Carroccio è condannato all’irrilevanza in provincia di Frosinone.

2 Condivisioni

L’ultima beffa alla Lega

L’ultimo gesto politico di Carlo Maria D’Alessandro. Ha presentato lui la richieste per le certificazioni indispensabili a depositare la lista della Lega. O un’attacco di ‘Sindrome di Stoccolma’ in cui la vittima si affeziona ai carcerieri. O la suprema vendetta finale.

2 Condivisioni

Il peggiore incubo della Lega nel giorno della candidata

Il centrodestra ritrova l’unità. Ma la Lega perde se stessa. Si candida con chi aveva giurato non l’avrebbe mai fatto. Applaude D’Alessandro 7 settimane dopo averlo buttato giù. Per il cambiamento. Invece sono di nuovo tutti lì. I tormenti della campagna elettorale.

2 Condivisioni