Anagni

Da micio a leone: Daniele ruggisce contro tutti

Cosa c’è dietro la perdita di pazienza nel sindaco di Anagni. Che si scaglia contro tutti i vertici politico-amministrativi della sanità. E minaccia denunce. Perché la sanità era stata il suo gettone elettorale. Ma ancora tintinna a vuoto.

Sindaco, da conte le dico: non faccia come Conte

Lettera di un nobile che si vorrebbe ‘decaduto’ a un sindaco che rischia la ‘decadenza’. Da cosa? Dal piglio con cui aveva affrontato la prima parte della pandemia. Quel piglio che ora si percepisce meno. E rischia di portare Daniele Natalia ad emulare Giuseppe Conte.

Il caso Maia si fa tarlo e mette nei radar la stabilità

La scelta dell’ormai ex dirigente dell’Ufficio Tecnico Vincenzo Maia di lasciare l’incarico spinge il Comune di Anagni a cercare un dirigente in pianta stabile. Cosa rischiosa: un Dirigente è sganciato dalla politica. Ma fondamentale per uno sviluppo ordinato

Di Stefano rompe il silenzio: ultimatum alla Lega

Se la Lega che è in maggioranza voterà il Bilancio, il capogruppo consiliare del Partito a Sora ne trarrà le conseguenze. Dopo il rinnovo del direttivo provinciale Luca Di Stefano rompe il silenzio. E manda un messaggio chiaro al Carroccio: così si va allo scontro

Quel momento di gelo nella riunione di maggioranza

La riunione di maggioranza parte buonista ma rischia di finire male. Perché il programma viene accusato di essere solo uno spottone personale di Marino. Ci pensa il sindaco, che richiama tutti alla cautela data l’impennata dei contagi.