Luigi Di Maio

Chi ha paura di mandare a casa i Cinque Stelle?

Nicola Zingaretti non si fida più di Luigi Di Maio, che ogni giorno piazza una trappola sul cammino del governo. Matteo Renzi è stanco ma non vuole far concludere la legislatura. Matteo Salvini non sembra soffrire di “nostalgia canaglia”. Nel Lazio a Roberta Lombardi è mancato lo scatto. Ma allora perché traccheggiano tutti?

2 Condivisioni

Governo al capolinea, elezioni anticipate vicine

Matteo Renzi non partecipa al vertice decisivo, mentre arriva l’ultimatum di Goffredo Bettini. Maggioranza giallorossa appesa a un filo. E in provincia di Frosinone Lega, Fratelli d’Italia e Pd si preparano all’appuntamento con le urne. Ecco chi scalda i motori.

2 Condivisioni

Perché Zingaretti non deve temere il voto anticipato

Nella peggiore delle ipotesi il Pd resterebbe il secondo partito italiano, il primo dell’opposizione. Il modello perduto da recuperare è quello di Piazza Grande. Restare al Governo con i Cinque Stelle logorerà i Dem ad ogni livello.

2 Condivisioni

La mossa di Zingaretti per stanare il sabotatore Di Maio

Un post su Facebook mette fine alle ambiguità. Il segretario Pd mette Di Maio di fronte alle sue responsabilità politiche. “Il Pd è leale, vedremo le posizioni degli alleati. E lo faremo subito, già a partire dal Mes”. Il caso Milena Gabanelli per far vincere la Lega in Emilia Romagna

2 Condivisioni

Pd e Cinque Stelle, questione di sopravvivenza e di sardine

Cresce la convinzione che il Governo possa terminare il mandato, arrivando cioè al 2023. Ma è lo scenario successivo che dovrebbe preoccupare Nicola Zingaretti e Luigi Di Maio. Dall’opposizione Salvini e Meloni stanno crescendo in modo esponenziale. La svolta rigenerante potrebbe arrivare dalle ‘sardine’

2 Condivisioni

Centrosinistra, storia di una coalizione che non può nascere

La competizione tra Pd e Cinque Stelle alle regionali dell’Emilia Romagna e della Calabria, lo scontro eterno Zingaretti-Raggi, l’ira funesta di Matteo Renzi. Nessuno si fida di nessuno e in queste condizioni un eventuale “laboratorio” in Ciociaria non ha neppure mezza possibilità di vedere la luce.

2 Condivisioni

Se i Cinque Stelle non possono fare altro che tirare a campare

Sommersi nelle piazze dal fenomeno delle Sardine, doppiati nelle urne dalla Lega, in caduta libera nei sondaggi, senza uno straccio di radicamento nei territori. A cominciare dalla provincia di Frosinone. Il Movimento di Beppe Grillo può solo restare il più a lungo possibile al Governo. Logorandosi.

2 Condivisioni

Il paradossale gioco a perdere del Movimento Cinque Stelle

Luigi Di Maio pronto a scommettere che il Pd non farebbe cadere il Governo neppure se perdesse l’Emilia Romagna, il suo Sancta Sanctorum. Ma è proprio così? Intanto, dopo le indicazioni di Grillo sulle alleanze, il capo politico va avanti per la sua strada. Al punto che viene un dubbio: ma se fosse davvero lui il Capo dei pentastellati?

2 Condivisioni

Grillo a Di Maio: te lo do io Zingaretti. E anche Che Guevara

Il fondatore ha blindato il capo politico obbligandolo a virare a sinistra. Ecco perché si parla di un nuovo patto del Movimento Cinque Stelle con il Pd. In realtà la mission è quella di “resistere” nel Palazzo per non essere spazzati via nelle urne. Frusone e Segneri precursori nell’incontro con De Angelis.

2 Condivisioni