Movimento 5 Stelle

Perché Zingaretti sul rimpasto si gioca tutto

Molti big del Pd sono stanchi di soccombere davanti alle impuntature dei Cinque Stelle. E le parole di Vito Crimi e Alfonso Bonafede sono l’ennesima porta in faccia. Per molti il segretario dovrebbe mettersi in discussione con la carica di vicepremier, che però significherebbe aprire la strada ad elezioni anticipate nel Lazio. Con molti rischi. Per uscire dal tunnel non resta che imporsi su Conte e Di Maio. Ma nulla è scontato.

2 Condivisioni

In Ciociaria il centrosinistra c’è, ma il Pd non lo vede

Non c’è più tempo: il segretario Dem Luca Fantini deve avviare un confronto con Italia Viva (Calcagni-Caperna), Psi (Schietroma-Iacovissi), Articolo 1 (Ambrosiano). Ma anche con le Sardine e gli ambientalisti. Una coalizione del genere può rappresentare un valore aggiunto. Se ci si crede però.

2 Condivisioni

Nicola Zingaretti sospeso tra Berlusconi e la Lombardi

A livello nazionale naufraga sul nascere (per l’ennesima volta) la possibile intesa con Forza Italia. Nel Lazio la capogruppo penta stellata si ferma (come al solito) a metà percorso. Ma in questo modo il Partito Democratico resta imbrigliato senza poter assumere un’iniziativa definitiva.

2 Condivisioni