Matteo Renzi

La scissione di Renzi e quel legame particolare tra Achille Variati e Antonio Pompeo

IL RETROSCENA – Nel Pd è partita la stagione dei riposizionamenti. Francesco De Angelis e Mauro Buschini fanno capire di essere soltanto loro i referenti di Zingaretti in Ciociaria. Mentre Bruno Astorre evidenzia il legame con Franceschini. Il presidente della Provincia guarda alla Leopolda ma intanto loda la nomina di Variati come sottosegretario all’Interno. Il vero obiettivo è il rilancio delle Province. Ecco perché.

2 Condivisioni

Salvini, Renzi e Zingaretti: il triangolo non l’avevo considerato

Il leader del Carroccio sogna la rivincita alle regionali per espugnare le roccaforti rosse e affondare Zingaretti. Ma il segretario del Pd sta già lavorando al cambio della legge elettorale per spuntare la Lega. Mentre Matteo Renzi ha schemi di gioco: provare riprendersi i Dem o fondare un suo partito.

2 Condivisioni

La scelta di Grillo: perché ha deciso che la via migliore è con Zingaretti

Cosa ha convinto Beppe Grillo a puntare sull’alleanza con il Pd. Il rischio di lenta salvinizzazione del MoVimento. Da impedire in ogni modo. Anche a costo di minacciare la rottura con Di Maio. Zingaretti non è Renzi. Il leader dei Cinque Stelle si muove già nell’ottica di un nuovo soggetto politico. Dopo il voto su Rousseau potrebbe cambiare la prospettiva politica italiana. Ecco perché

2 Condivisioni