Renzi

Il giorno in cui Zingaretti archiviò il renzismo

Tra pochissimo la proclamazione ufficiale del nuovo segretario del Pd. L’ex rottamatore, come al solito, non ci sarà. Non sarà mai un semplice senatore e non sa giocare di squadra. Ma il presidente della Regione Lazio non lo rincorrerà né gli chiederà il permesso.

2 Condivisioni

5 Stelle nel caos, scaricati anche da Grillo. E alla fine arriva Zingaretti

Movimento sull’orlo di una irreversibile crisi di nervi. E di identità. Il fondatore “distrugge” il quesito con il quale gli iscritti votano oggi sull’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini. Il presidente del Lazio capisce che si apre uno spazio che il Pd non può non “aggredire”. Con o senza Matteo Renzi.

2 Condivisioni