Matteo Renzi

Renzi punta sull’economia circolare. Poi “asfalta” Di Maio

Il leader di Italia Viva a tutto campo: “Dobbiamo finalmente sbloccare gli impianti (sette anni fa ci massacrarono per lo Sblocca Italia, ora si capisce quanto fosse importante quel provvedimento), lavorare sulle rinnovabili, agevolare il riciclo”. Poi avverte il Pd: “Se inseguono i Cinque Stelle, vadano da soli. Il ministro degli esteri spiccia casa ad Alfano”.

Perché Matteo Renzi si sta smarcando da tutti

Scommette sul fatto che la Lega resterà al Governo, ma prende le distanze da Matteo Salvini su Quota 100. Ribadisce l’appartenenza al centrosinistra, ma profetizza la fine dei Cinque Stelle nel 2022 e non risparmia critiche al Pd. Sullo sfondo c’è la partita politica più importante degli ultimi sette anni: la presidenza della Repubblica. E l’ex Rottamatore non vedrebbe male Mario Draghi.

Il Quirinale e l’asse sovranista. Alla fine arriva… Renzi

Il leader di Italia Viva definisce l’operazione che ha portato Mario Draghi a Palazzo Chigi il suo capolavoro politico. E lo fa proprio mentre si rinsalda l’asse sovranista tra Meloni e Salvini. Alla vigilia di una stagione decisiva. Può ancora essere decisivo. A sinistra.

Ecco perché Renzi non voterà la sfiducia a Durigon

Una scelta ipergovernista per non creare problemi a Mario Draghi. Ma anche un modo per non fare favori a Letta e Conte. Oltre che per mantenere un ponte con Salvini e Berlusconi. Fatto sta che senza i voti di Italia Viva difficilmente ci saranno i numeri. Giorgetti e Zaia pensano già al sostituto (Massimo Bitonci), ma dovranno fare i conti con l’asse dei due Matteo. Anche loro.

Il caso Durigon è una “bomba”. Che preoccupa Mario Draghi

Perché le frasi fascio-littorie del sottosegretario leghista tengono con il fiato sospeso la maggioranza ma anche Palazzo Chigi. La mozione di sfiducia si voterebbe a settembre, in piena campagna elettorale. Salvini non tollererà defezioni, nemmeno in Forza Italia. Pd e Cinque Stelle rischiano l’effetto boomerang. E il presidente del consiglio sa che un alleato “umiliato” sarebbe l’inizio del… Vietnam.

Olimpiadi, scontro furibondo Zingaretti-Raggi. E Renzi

Dopo il successo di Tokyo il Governatore ricorda il gran rifiuto della Raggi che ha fatto perdere un’occasione storica a Roma. La sindaca risponde con lo scaricabarile. Il leader di Italia Viva sulla stessa posizione del Governatore del Lazio. Ma la medaglia d’oro che Zingaretti sogna è la sconfitta della Raggi al primo turno.

Renzi: “Cancellare il reddito di cittadinanza”

Il leader di Italia Viva: “E’ diseducativo, abitua i giovani a vivere di sussidi”. Sui social esplode la bagarre, ma lui rilancia: “Dopo l’elezione del Capo dello Stato una raccolta di firme per indire un referendum che lo abolisca”.

Quel presidio al centro che Calenda e Renzi vogliono conquistare

A mesi di distanza dall’appello di Marcello Pera, a destra c’è chi invita ad orientarsi sul leader di Azione per le comunali di Roma. Per spezzare l’asse sovranista ed aprire la strada ad un centro che Salvini non potrà mai conquistare. E poi ad una simile prospettiva pensa anche Matteo Renzi.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright