Salvini

Nel frullatore del voto anticipato. Ma soltanto annunciato

Giuseppe Conte e Luigi Di Maio hanno una paura enorme delle urne, Matteo Salvini tentenna perché sa che nella Lega ci sono settori in rivolta (Zaia, Fontana, lo stesso Giorgetti). Forza Italia rischierebbe l’estinzione. L’unica che non ha dubbi è Giorgia Meloni. Mentre nel Pd Nicola Zingaretti e Matteo Renzi pensano più che altro al controllo dei gruppi parlamentari.

2 Condivisioni

E Zingaretti è l’unico a chiedere elezioni anticipate

Nel caso di una crisi di governo si cercherebbero formule alternative. Ci stanno pensando tutti: Salvini, Meloni, Di Maio, perfino Berlusconi. Non il segretario del Partito Democratico, che deve smentire almeno quattro volte al giorno possibili alleanze con i pentastellati. Altrimenti se ne andrebbero in tanti.

2 Condivisioni

Meloni avvelenati per Salvini

C’è un nuovo fronte per la Lega. È rappresentato da Giorgia Meloni: in continua crescita. Ha detto no alla candidatura proposta da Salivini a prossimo sindaco di Roma. Significa che mira più alto

2 Condivisioni

Ciociaria, effetto controtendenza

Mentre a livello nazionale la Lega è in difficoltà e i Cinque Stelle provano a rialzare la testa, in provincia di Frosinone dominano i riposizionamenti all’interno di Forza Italia e le correnti del Pd

2 Condivisioni

Le elezioni si allontanano, Zingaretti ringrazia

L’aver evitato la procedura di infrazione, dopo l’intervento del Capo dello Stato, mette nelle condizioni il Movimento di Cinque Stelle di respirare. Mentre la Lega di Salvini non è “costretta” a tornare alleata di Berlusconi. Ma è per i Democrat che suona la campana

2 Condivisioni