Scalia

Il Pd prepara la rivincita nel nome di Nicola Zingaretti

De Angelis e Pompeo arrivano insieme alla riunione della direzione provinciale, mentre Buschini non smette un secondo di “messaggiare” al massimo della concentrazione politica. La Battisti tiene un profilo sociale. Il segretario regionale Bruno Astorre suona la carica: “Dai ragazzi, andiamo”. Ma tutti pensano alle primarie

9 Condivisioni

Da Scalia a Pompeo: come sono cambiate le visioni trasversali di marca democristiana

L’ex senatore ha firmato pagine celeberrime con le intese con Anna Teresa Formisano e Alfredo Pallone. Sempre con l’obiettivo di arginare Francesco De Angelis. Il presidente della Provincia, invece, non si preoccupa di questo e vuole un movimento di amministratori come laboratorio. Non necessariamente nel Pd.

2 Condivisioni

Democrat, è una questione di equilibri. E di spazi

Le Primarie regionali del Pd hanno chiarito che gli interlocutori di Nicola Zingaretti sono Francesco De Angelis e Mauro Buschini. Antonio Pompeo ora sta valutando la strategia. È l’erede della componente renziana che fu di Francesco Scalia. La decisione dipenderà dagli spazi e dagli equilibri

2 Condivisioni

Chi sta con Minniti? Scalia non si vede, mentre Pompeo puntava ad un incontro segreto

L’ex senatore, renziano duro e puro dell’area di Lotti e Boschi, non si è visto. Forse l’asse con De Angelis regge ancora e fa rotta su Nicola Zingaretti. Il presidente della Provincia aveva preparato tutto lontano da occhi indiscreti. Ma non c’è stato… tempo. Retroscena e strategie di una componente in cerca di autore.

2 Condivisioni

La candidatura nel cassetto, i leader con il freno a mano tirato

Le voci dai palazzi romani della politica sono concordanti: dopo le europee il governo gialloverde potrebbe entrare in crisi. E a quel punto si aprirebbero le porte alle elezioni politiche anticipate: Ruspandini, Zicchieri, Fontana, Frusone, Gerardi, Segneri, Rufa, De Angelis, Pompeo, Ottaviani e Abbruzzese sono già in… campo.

2 Condivisioni