Nicola Zingaretti

L’endorsement scomodo di Bettini

Loda Letta, insiste su Conte e lancia Zingaretti. Ma siamo sicuri che le “benedizioni” del Cardinale non siano adesso un abbraccio mortale? Nel Pd tra Enrico Letta e Dario Franceschini si sta saldando l’asse democristiano. E il rapporto con i Cinque Stelle è destinato a cambiare

2 Condivisioni

Sulla moglie di Cesare nemmeno il sospetto

Il caso ‘Concorsopoli’ in Regione Lazio. La differenza tra legittimità ed opportunità. Buschini lasciato solo. Nonostante abbia voluto sacrificarsi per tenere ogni sospetto lontano dalla Regione

2 Condivisioni

Sognando il Campidoglio

Il sondaggio sul tavolo di Enrico Letta, la tentazione di Nicola Zingaretti, ma anche la spaccatura del Partito: la candidatura a sindaco di Roma è un’ipotesi affascinante ma anche molto rischiosa. E non c’è più l’ombrello di Bettini.

2 Condivisioni

Cosa c’è dietro al concorso di Allumiere

Perché quel concorso ha suscitato tante polemiche? Quali sono i punti di sospetto? Cosa chiederà di accertare lunedì Buschini alla commissione d’indagine che chiederà di istituire? Ecco le risposte.

2 Condivisioni

Smeriglio: “Buschini, Erdogan ed il Pd smarrito”

Cosa sta accadendo nel Pd. Visto da Smeriglio, l’ex vice di Zingaretti ora in Ue. Buschini: “Ha sfidato tutti sul terreno della trasparenza”. La nuova area di sinistra: “Dobbiamo costruire una nuova coalizione progressista”. Il Pd smarrito: “Sono le fazioni a controllarlo”. Lo scandalo di Ankara e l’invito alle dimissioni per Michel. Ma non è Buschini

2 Condivisioni

Zingaretti sogna il Campidoglio, la Meloni Palazzo Chigi

Le candidature a sindaco di Roma determineranno anche i futuri scenari nazionali. Il Governatore è l’unico che può saldare (parzialmente) l’asse tra Pd e Cinque Stelle. Ma la Raggi non farà passi indietro. La strategia di Giorgia Meloni: vincere con Chiara Colosimo nella Capitale per poi puntare alla leadership del centrodestra. Con lo “scalpo” di Zingaretti.

2 Condivisioni

Salvate il soldato Bus

Nessuno nel Partito Democratico ha difeso Mauro Buschini, che invece è stato lasciato solo ed esposto alla raffica mediatica e politica. Ancora una volta il partito ciociaro è stato umiliato, come accadde in occasione delle candidature del 2018. Così si rischia il disimpegno totale del territorio.

2 Condivisioni